Medici israeliani scoprono due nuovi rimedi anti-Covid, uno efficace al 95%

Due nuovi rimedi efficaci contro il Covid scoperti da ricercatori israeliani e testati su pazienti Covid che avevano anche delle patologie pregresse

Anche i ricercatori israeliani sviluppano cure efficaci contro il nuovo Coronavirus. Il primo farmaco somministrato è stato prodotto dall’ospedale Ichilov di Telaviv ed è stato “battezzato” Exo-CD24.

I test preliminari hanno mostrato risultati estremamente positivi con 29 pazienti su 30 colpiti da infezione Covid-19 ripresi completamente entro cinque giorni dal trattamento. L’efficacia del farmaco è stato riscontrato del 95/96%.

- Advertisement -

A parlare del farmaco anti-Covid Exo-CD24 è il professor Nadir Arber sempre dell’ospedale Ichilov. Il medicinale è economico ed efficace, può essere somministrato una volta al giorno per cinque giorni. Dopo i risultati positivi e incoraggianti, l’ospedale ha chiesto al Ministero della salute il permesso di estendere i test a più pazienti.

Farmaco Allocetra, contro il Covid e su pazienti ipertesi

Il secondo farmaco prodotto e somministrato a Gerusalemme si chiama Allocetra. Su un gruppo di 21 pazienti in condizioni critiche 19 sono guariti al sesto giorno di cura e hanno lasciato l’ospedale dopo otto giorni.

- Advertisement -

A parlare di Allocetra c’è il professor Dror Mevorach, direttore del Center for Research in Themautology and Internal Medicine. Afferma che il farmaco testato con successo tratta i sistemi immunitari iperattivi che causano la secrezione di citochine, molecole proteiche pericolose in un sistema immunitario compromesso.

Allocetra è in grado di ripristinare proprio l’equilibrio del sistema immunitario e i suoi risultati sono stati analizzati in una Fase I e Fase II per poter portare l’esito positivo di un nuovo farmaco da sfruttare per frenare l’infezione Covid-19 in corso.

- Advertisement -

I 24 pazienti scelti per i test di Allocetra presentavano già fattori di rischio preesistenti come obesità e ipertensione. Diciannove pazienti su 21 nella Fase I e di Fase II risultano curati con il farmaco e guariti, la dismissione è avvenuta dopo circa 6 giorni.

Per Exo-CD24 e Allocetra risultati convincenti ma troppo scarsi, ci vogliono più dati

Le due serie di pazienti a cui sono stati testati i farmaci descritti sono pochissime. I risultati sono sicuramente incoraggianti ma troppo scarsi dal punto di vista scientifico. Bisogna attendere maggiori sviluppi e studi su ExoCD-24 e Allocetra per vedere se diventeranno effettivamente nuovi farmaci anti-Covid da usare anche in contesti più ampi e fuori regione. La campagna vaccinale in Israele prosegue con successo con Pfizer e viene descritta in tutto il mondo per i suoi esiti positivi.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter