Multate banche internazionali per manipolazione tassi di cambio

cambioChi sbaglia paga ed anche le banche non sono immuni: il Dipartimento di Giustizia Americano ha infatti multato importanti banche internazionali per aver manipolato il mercato dei tassi di cambio euro e dollaro. I fatti risalgono al periodo tra il dicembre 2007 ed il gennaio 2013 quando, secondo le accuse, Citigroup, JP Morgan, Barclays e RBS in accordo tra loro, manipolavano il mercato dei cambi ed il Libor (il tasso variabile di riferimento per i mercati finanziari). Le quattro banche si sono dichiarate colpevoli ed hanno accettato di pagare la multa per mettere fine alle indagini. Anche UBS ammette di aver manipolato il Libor e per questo pagherà anche lei una multa; le sanzioni erogate raggiungono un totale di 5,6 milioni di euro che dovranno essere pagati alle autorità americane e britanniche. Già ad aprile la Deutsche Bank ha pagato una multa di 2 miliardi e mezzo alle autorità per la manipolazione del Libor, oltre ai 725 milioni per chiudere l’inchiesta; invece Bank of America dovrà pagare 205 milioni alla Fed (Banca Centrale degli Stati Uniti d’America) per concludere l’indagine sui cambi. E, con la conclusione delle indagini, speriamo si concludano anche le manipolazioni che, con la crisi mondiale in atto, non aiutano certo a risollevare i mercati.

Potrebbero interessarti anche