Nel Bresciano una rissa tra adolescenti finisce a coltellate

Roè Volciano, comune in provincia di Brescia, è il palcoscenico per l'ennesimo episodio violento tra adolescenti

Un gruppo di ragazzine, partendo da insulti e spintoni, è finito per attaccarsi con arma da taglio.

Il saldo di questo episodio è una 14enne ferita gravemente e una 15enne, fermata dai Carabinieri e portata al Comando di Salò, per la quale si ipotizza l’accusa di tentato omicidio.

- Advertisement -

Dalla ricostruzione dei fatti, risulta che durante lo svolgersi della rissa erano presenti anche parecchi adolescenti, tutti spettatori, nessuno ha tentato di fermare le ragazzine, anzi, molti le incitavano a continuare e a colpirsi. Molti hanno persino ripreso l’aggressione con i loro smartphone.

A quanto emerso finora dagli interrogatori svolti dai Carabinieri a tutti gli adolescenti presenti, la ragazza di 15 anni ha colpito più volte la 14enne con un coltello. La discussione è iniziata nei pressi della fermata di un autobus in località Tormini non lontano dalla scuola. Le due ragazze hanno cominciato a litigare a causa di un ragazzo conteso e, in pochi istanti, la situazione è degenerata.

- Advertisement -

Dagli insulti le due adolescenti sono passate a schiaffi, spintoni e pugni, finché la 15enne arrestata non ha estratto dalla tasca un coltello a scatto e si è avventata sull’avversaria in amore colpendola alle cosce e ai fianchi. Solo una compagna di classe è intervenuta disarmando la 15enne.

Entrambe le giovani sono nate e cresciute nel Bresciano ma appartengono a famiglie marocchine.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.