Nuova sfida per Google: una mappa del corpo umano

zygote

Al via il Baseline Study di Google, innovativo progetto di mappatura di un organismo umano in salute

Si chiama “Baseline Study” il nuovo ambizioso progetto di Google, il motore di ricerca famoso in tutto il mondo per le sue mappe satellitari  e stradali del pianeta, che ora tenterà di mappare un corpo umano sano.

L’obiettivo del progetto, che partirà in questi giorni, è quello di analizzare, a livello molecolare e genetico, un organismo umano in salute, con un livello di precisione e accuratezza mai raggiunti fino a questo momento, grazie all’implementazione di tecnologie big data.

Baseline Study, che coinvolgerà inizialmente 175 persone, si propone di portare alla definizione di una mappa del funzionamento di base delle cellule, degli enzimi, delle molecole e del Dna umano nel loro stato ottimale, a cui i medici possano far riferimento nel momento in cui l’organismo sviluppa una patologia, per ripristinarne lo stato di salute.

Loading...

Alla guida dello studio c’è Andrew Conrad, il biologo molecolare notoriamente conosciuto per aver ideato un test ad alto volume per individuare il virus dell’Hiv nel plasma dei soggetti donatori; Conrad è a capo di una squadra composta da un centinaio di scienziati che raccoglieranno migliaia di informazioni genetiche sui volontari, campionando tessuti e fluidi corporei come la saliva, il sangue e le urine.

In un intervista al Wall Street Journal, Conrad ha spiegato che l’obiettivo del progetto è quello di – “Affrontare in maniera preventiva i problemi della salute. Ma per fare ciò la prima cosa da conoscere con chiarezza è come si comporta un corpo aggiustato e ben funzionante”.
Per il biologo molecolare, è fondamentale comprendere i meccanismi che scatenano le malattie, come il cancro e le malattie cardiovascolari, in modo da individuare gli indicatori di tali patologie e mettere in pratica un efficace piano di prevenzione.

Insomma, con il Baseline Study, Google si propone di apportare un enorme contributo alla scienza medica, con la speranza di fornire nuove informazioni che possano essere utili alla prevenzione di diverse malattie, ancor prima che arrivino al punto di aver bisogno di una cura.