Ocean’s 8: Un successo al femminile

Il nuovo capitolo della saga Ocean's sbanca il botteghino Usa con cifre da record, merito del suo fenomenale cast, tutto in rosa

Dopo aver scontato la sua pena in carcere, Debbie, la sorella del leggendario truffatore Danny Ocean (George Clonney), mette insieme una squadra di inarrestabili sexy truffatrici per progettare la rapina del secolo. Il loro obiettivo è l’annuale Met Gala di New York City e una collana del valore di oltre 150 milioni di dollari.

La pellicola diretta da Gary Ross e prodotta da Steven Soderbergh è il sequel e spin-off della famosa trilogia Ocean’s. La trama e gli espedienti sono gli stessi, ma la peculiarità di questa versione è quella di riproporre in un clima elegantemente brillante un super ensemble di criminali donne. Ed è proprio la scelta delle protagoniste a decretare il successo del film che in America sta scalando vertiginosamente la vetta del botteghino.

La “banda” di attrici, capitanate da una irriverente e sicura Sandra Bullock fa un ottimo lavoro su tutta la linea. Dalla bellissima e intensa Cate Blanchett, alla dolce e impertinente Anne Hathaway; da una bizzarra Helena Bonham Carter, ad una spiritosa Mindy Kaling. Per finire con l’originale simpatia di Rihanna, l’amabile cortesia di Sarah Paulson e la tranquillità di Awkwafina.

Loading...

Ocean’s 8, in vetta al Box office USA

In Ocean’s 8 ogni personaggio ha un set unico di abilità e personalità ben radicate che rendono il team efficace sullo schermo. La linea di fondo infatti è che tutte funzionano magnificamente insieme. Risulta particolarmente esilarante vederle impegnate nell’attuazione della rapina e nella frenetica corsa per rimanere sempre un passo avanti rispetto agli eventi.

In sintesi, questa nuova versione di Ocean’s può vantare: un ottimo cast, una buona regia, una collezione di abiti e gioielli da sogno e un risultando più che soddisfacente per un film spensierato, divertente e senza impegno. Forse meno avvincente dei predecessori, ma comunque gradevole.