Pregliasco sui vaccini: “Temo per i più giovani”

La preoccupazione di Pregliasco è nei riguardi dei più giovani: "È difficile assumere un medicinale quando si sta bene"

Fabrizio Pregliasco, ospite a Tagadà su La7, ha parlato dell’attuale situazione pandemica e di vaccini. Per l’esperto, il problema potrebbe essere rappresentato dai più giovani, che lui teme siano restii a vaccinarsi.

La vaccinazione è partita bene e con le dosi necessarie continuerà a ritmi crescenti con l’obiettivo ambizioso, ma necessario per coinvolgere tutti, di finire entro l’anno.”

- Advertisement -

Ma poi ha aggiunto: “Il mio timore è che dopo una prima fase dedicata alle categorie a rischio i più giovani non sentano la necessità di vaccinarsi. Non è facile assumere un farmaco quando si sta bene e non si teme la forma grave della malattia”.

E ancora: “Entro febbraio è realistico completare medici, infermieri e Rsa. Per gli over 80 molto dipende dalle forniture. Pfizer si può fare soprattutto in ospedale, mentre altri vaccini si somministrano anche a casa o dal medico di base. In ogni caso, non penso finiremo prima dell’estate 2022″.

- Advertisement -

Quanto alla curva epidemica, e al fatto che ultimamente i contagi sembrerebbero aver subito una frenata, spiega l’infettivologo che: “I provvedimenti di Natale, la diminuzione dei tamponi e il nuovo conteggio degli antigenici danno come risultato una crescita minore del contagio, non una diminuzione, da verificare nei prossimi 10 giorni”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...