I primi 40 anni di Ufo Robot Goldrake

goldrake-1

Per tutti i quarantenni nostalgici, vissuti nel decennio ’70, oggi si ricorda il primo episodio di Atlas Ufo Robot, Goldrake, una serie televisiva animata giapponese prodotta dalla Toei Animation e trasmessa in 74 paesi riscuotendo un successo inaspettato.

La storia racconta le avventure del principe Duke Fleed, Actarus, fuggito dal suo pianeta Fleed per raggiunge la terra e proteggerla dagli attacchi alieni del malvagio Re Viga. Sul nostro pianeta il protagonista s’innamora e inizia una vita normale come un comune terrestre. Gli episodi, nelle successive edizioni, si arricchiranno di nuovi protagonisti come fosse una soap dei giorni nostri.

La seria ebbe inizio il 5 ottobre del 1975 per poi finire il 27 febbraio del 1977. Mentre in Italia arriverà nel mese di aprile del 1978 trasmessa sulla rete 2 di casa Rai, ancora non esistevano le reti commerciali e si sconosceva la concorrenza, appassionando tantissimi bambini di casa nostra.

“Si trasforma in un razzo missile,
con circuiti di mille valvole,
tra le stelle sprinta e va,
mangia libri di cibernetica,
insalate di matematica,
e a giocar su Marte va”

Il 45 giri con le sigle della prima serie, eseguite da Vince Tempera e cantate da Michel Tadini, nel nostro Paese venderà più di un milione di copie.

Antonio Agosta

Potrebbero interessarti anche