Quali farmaci espongono gli anziani a rischio cadute?

"È importante notare che questi farmaci sono ancora associati a maggiori rischi di cadute e fratture tra gli anziani", dicono gli autori

“Il nostro studio indica due tendenze in aumento simultaneamente a livello di popolazione che dovrebbero essere esaminate a livello individuale. La nostra speranza è che si inizino più conversazioni tra i team sanitari sui pro e contro dei farmaci prescritti per le popolazioni vulnerabili”, afferma Shaver.

I ricercatori della UB School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences, tra cui Collin Clark, PharmD, assistente professore clinico; David Jacobs, PharmD, PhD, assistente professore; Robert Wahler Jr., PharmD, professore associato clinico; e Mary Hejna, PharmD, residente in farmacia presso Kaleida Health, hanno pubblicato un nuovo studio.

- Advertisement -

Lo studio, pubblicato di recente su Pharmacoepidemiology and Drug Safety, ha esaminato i dati sui decessi dovuti a cadute e prescrizioni tra le persone di età pari o superiore a 65 anni dal National Vital Statistics System e dal Medical Expenditure Panel Survey.

I farmaci che aumentano il rischio di caduta includono antidepressivi, anticonvulsivanti, antipsicotici, antipertensivi (per l’ipertensione), oppioidi, ipnotici sedativi e benzodiazepine (tranquillanti come Valium e Xanax), così come altri farmaci senza prescrizione.

- Advertisement -

Dal 1999 al 2017, più di 7,8 miliardi di ordini di farmaci ad aumento del rischio di caduta sono stati eseguiti da anziani negli Stati Uniti. La maggior parte delle prescrizioni riguardava antipertensivi. Tuttavia, c’è stato anche un forte aumento dell’uso di antidepressivi, da 12 milioni di prescrizioni nel 1999 a oltre 52 milioni nel 2017.

“L’aumento dell’uso di farmaci antidepressivi visto in questo studio è probabilmente correlato all’uso di questi agenti come alternative più sicure ai farmaci più vecchi per condizioni come depressione e ansia”, afferma Shaver. “Tuttavia, è importante notare che questi farmaci sono ancora associati a maggiori rischi di cadute e fratture tra gli anziani”.

- Advertisement -

È stato anche riscontrato che le donne hanno più probabilità degli uomini di ricevere farmaci che aumentano il rischio di caduta, in particolare le donne nere, che hanno ricevuto i farmaci al tasso più alto rispetto alle donne di altre razze. Le donne bianche che avevano 85 anni e più hanno sperimentato il più grande aumento dei decessi per cadute, aumentando del 160% tra il 1999 e il 2017.

Gli investigatori sono coinvolti in iniziative di de-prescrizione multidisciplinare condotte attraverso il Team Alice e l’UB Center for Successful Ageing. Gli sforzi incoraggiano e valutano le conversazioni sulla de-prescrizione avviate dal paziente/caregiver con gli operatori sanitari, promuovono l’educazione interprofessionale sulla prescrizione e sostengono i cambiamenti delle politiche e del sistema.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.