Radon: tutto quello che c’è da sapere

Caratteristiche e pericolosità del radon

Radon
Radon

Radon caratteristiche.

Il radon è un elemento chimico, rappresentato nella tavola periodica con il simbolo Rn a numero atomico 86. È stato scoperto nel 1899. Si tratta di un gas nobile radioattivo che origina dal decadimento Alfa del radio (processo con emissione di radiazioni ionizzanti), incolore ed inodore a temperatura e pressione standard. In atmosfera è presente in concentrazione molto bassa. Solubile in acqua, l’ acqua di superficie lo rilascia continuamente per volatilizzazione, l’ acqua profonda può presentare una più elevata concentrazione del radon. Principale sorgente del radon è il  terreno ed i materiali di costruzione di origine vulcanica come tufo o granito, che posso diffondersi  e accumularsi.

Gas molto pesante che può accumularsi nelle abitazioni .

Misurazione del radon.

ARPA: sono gli enti ai quali affidarsi nella misurazione del radon a livello delle abitazioni o nelle strutture chiuse, e per bonifica in caso di superamento dei limiti imposti dalla legge. Il suo isotopo, con peso atomico 220 è detto Thoron, si presuppone in concentrazione minore del Rn 22; un’ elevata concentrazione del Thoron si riscontra nei materiali da costruzione che contengono alti livelli di torio. Ci sono pochi studi per determinare la concentrazione del Thoron nelle abitazioni. Altri isotopi del radon non sembrano pericolosi perché hanno una vita più breve .

Pericolosità del radon.

Loading...

Il radon, essendo un gas radioattivo, può se inalato, risultare cancerogeno poiché emette particelle Alfa . È considerato la seconda causa di tumore dopo il fumo di sigaretta.

Il radon è un agente cancerogeno, la cui azione ed il rischio dipendono dalla concentrazione e dai tempi di esposizione, rischio che aumenta nei luoghi chiusi. I fumatori sono più a rischio, alcuni studi dimostrano un’ azione sinergica tra  radon e fumo. Secondo stima dell’Istituto Superiore di Sanità  il radon è responsabile di 3200casi di tumore polmonare all’anno.

Per difendersi è importante  aereare gli  ambienti chiusi poiché è molto volatile. Difficile da attuare in inverno per il freddo e per le conseguenti spese di riscaldamento.

 

Recenti studi statistici dell’USEPA(United state s Environmental Protection Agency)  stimano circa 21000 morti all’anno per radon residenziale . Studi simili sono stati fatti nell’Unione Europea , quelli del 2005  hanno stimato che il 9% dei  tumori polmonari e che il 2% di tutti i tumori fosse attribuibile al radon. Il radon espirato, veicolato dalle particelle aeree, in parte si trasferìsce al sangue, in parte i prodotti di decadimento (responsabili del danno biologico) agiscono a livello polmonare e bronchiale determinando una modificazione del Dna cellulare, modificazione che se non riparata può evolvere in tumore polmonare.

Radon e rischio di leucemia? Ancora non ci sono conclusioni.

 

 

Utilizzo del Radon

Il radon è utilizzato in radioterapia.

Si è notato inoltre, in caso di movimenti delle faglie, una variazione nelle emissioni del gas, ma ancora non risultano in letteratura scientifica studi su questo elemento come precursore sismico (polemiche nel terremoto del 2009, tra sostenitori delle teorie che lo identificherebbero come precursore sismico, e scettici )

Il paradosso: nonostante la sua pericolosità, accertata da studi scientifici, alcuni centri termali utilizzano l’ inalazione di radon a scopi terapeutici, senza che nessun studio scientifico ne abbia dimostrato l’ efficacia .

Legislazione sul radon

La direttiva 59/2013 pubblicata il 7/11/2013 regola la concentrazione del radon nelle acque destinate al consumo umano.

La stessa direttiva,  detta le nuove disposizioni per la salvaguardia delle persone dalle radiazioni, ed è stata recepita dalla legislazione nazionale nel febbraio 2018.

La direttiva ha un notevole impatto sulla normativa riguardante l’esposizione al radon nei luoghi di  lavoro e per la prima volta sono considerate anche le abitazioni. In essa sono fissati i valori di riferimento da non superare , di concentrazioni del radon, sia per i luoghi di lavoro che per le abitazioni.

Leggi anche amianto il processo di bonifica .

Dietro ogni articolo c’è tanto studio e “lavoro di sintesi”: sostienimi con un like. Grazie

 

 

Potrebbero interessarti anche