Reddito di Cittadinanza: cosa faccio se cambio residenza?

Per chi percepisce il RDC vige l'obbligo di comunicare il cambio residenza

Chi percepisce il Reddito di Cittadinanza ha precisi doveri da adempiere, tra di essi c’è anche quello di comunicare (l’eventuale) cambio di residenza di uno dei membri del nucleo familiare. La comunicazione è doverosa anche se un singolo membro dovesse cambiare residenza. Tuttavia occorre distinguere i diversi oneri a seconda che lo spostamento della residenza veda come protagonista tutto il nucleo o solo una parte di esso.

Cambio di residenza di uno o più membri del nucleo familiare

Entro sessanta giorni dal cambiamento della residenza è necessario richiedere un nuovo Isee nel quale dovrà essere attestata l’esatta situazione familiare. Dopo aver ottenuto il nuovo Isee è necessario ripresentare una nuova domanda per ottenere l’ammortizzate sociale, se dovessero sussistere ancora i requisiti, verrà nuovamente concesso. Ovviamente qualora il Reddito dovesse essere nuovamente concesso, la sua durata sarà pari a diciotto mesi meno il periodo di cui si è già beneficiato.

Cambio di residenza dell’intero nucleo familiare

Se il cambio di residenza interessa l’intero nucleo familiare, lo spostamento dovrà essere comunicato alla CpI competente affinché possa essere modificata nei sistemi INPS e aggiornata la pratica relativa al Reddito di Cittadinanza. In poche parole se il nucleo familiare cambia residenza è necessario che il richiedente si rechi presso l’ufficio INPS competente sul territorio e chieda che il nuovo indirizzo venga imcluso nella pratica relativa al Reddito di Cittadinanza.

Altra situazione fondamentale è capire se lo spostamento abbia influito o meno sulla situazione patrimoniale.

Ad esempio è possibile che un’intera famiglia si sposti in un immobile di proprietà appena acquistato. Uno dei requisiti fondamentali per poter percepire il Reddito di Cittadinanza è avere un patrimonio immobiliare inferiore ad euro 30,000. In tal caso, è obbligatorio per il soggetto beneficiario del Reddito di compilare il modulo SR181 COM-Esteso che dovrà essere comunicato entro 15 giorni dalla modificazione della consistenza immobiliare.

Ovviamente il suddetto modulo non dovrà essere compilato se lo spostamento non determina nessuna variazione del patrimonio immobiliare familiare.