Reddito di cittadinanza, quanto spetta ad una famiglia di 4 persone con due minori, e casa in affitto

Dal Navigator per formazione e lavoro alla spesa mensile da sostenere

Reddito di cittadinanza

Non ci sarà la possibilità di risparmiare i 780 euro, l’incentivo economico che riceveranno circa 5 milioni di italiani con il Reddito di Cittadinanza. Il credito si potrà utilizzare grazie ad una card ricevuta e gestita da Poste italiane. I soldi dovranno essere spesi nel corso del mese per incentivare l’economia e lo sviluppo. Lo ha dichiarato Luigi Di Maio, Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico a Di Martedì su La7.

Il reddito di cittadinanza è un sussidio che aiuta chi non ha lavoro a non entrare in un circolo di povertà, allo stesso tempo però è uno strumento che deve aiutare la ripresa economica: il ministro durante la diretta ha parlato di un nuovo boom economico che sarà sostenuto da questa innovazione. I 780 euro, spiega Di Maio, verranno spesi nelle piccole imprese e nei piccoli esercizi commerciali creando nuovi posti di lavoro. Il saldo mensile dovrà essere azzerato per poter ricevere il nuovo accredito mensile e questo per un tempo di diciotto mesi rinnovabili, chi usufruisce dovrà impegnarsi, guidato dal navigator, ovvero un tutore professionale, nella ricerca e nel possibile impiego lavorativo.

Il funzionamento del Reddito di Cittadinanza

La bozza del decreto legge sul Reddito di Cittadinanza è ancora soggetto di modifiche fino alla sua promulgazione. Entriamo nel dettaglio del funzionamento e delle prime istruzioni per poter richiedere il contributo. Il programma partirà ad aprile 2019 e scatterà il mese successivo a quello della richiesta. Durerà 18 mesi rinnovabile ed è prevista una platea di 1375.000 nuclei famigliari (decreto legge 159/2013).

I requisiti Isee e reddituali per la richiesta sono i seguenti.

Isee annuale complessivo entro i 9.360 euro, reddito famigliare entro i 6000 euro per i single, entro i 12.600 euro per le famiglie. Nel reddito si conteggia il patrimonio immobiliare fino a 30.000 euro, il patrimonio mobilare fino a 6.000 euro. Per i nuclei di tre persone tetto patrimoniale fino a 10.000 euro e ulteriori 1000 per ogni figlio successivo al secondo, mentre 5000 euro sono previsti per ogni componente con disabilità.

I disoccupati presenti nella famiglia non dev0no aver presentato dimissioni volontari, non devono essere proprietari di barche, auto nuove, auto sopra i 1600 cc, moto sopra i 250 cc.

Esempio famiglia con 4 e 6 figli

Su una famiglia di quattro o sei persone con figli a carico sono previsti i seguenti limiti: se ci sono 4 minori e un reddito superiore ai 1050 euro non si prende il reddito di cittadinanza. Se due figli vivono in affitto fuori casa potrebbero usufruire di un credito di 500 euro qualora non considerati nucleo famigliare a sé. Se considerati singoli richiedenti, la legge prevede che come single senza alcun reddito possano usufruire del programma con un Isee personale che non supera i 6000 euro e di 9360 se si è in affitto.

Requisiti di cittadinanza

La richiesta per il Reddito prevede il possesso della cittadinanza di un Paese appartenente all’Unione Europea e la residenza continuativa di almeno dieci anni in Italia. Il reddito di cittadinanza potrà essere integrato ad altri ammortizzatori sociali coma il Naspi, credito di agevolazione per chi perde il lavoro previsto da Jobs Act.

La funzione del Navigator spiegata da Di Maio e Di Battista

Come annunciato da Di Maio, insieme a Di Battista in auto: “il sito per chiedere il reddito di cittadinanza sarà pronto nel mese di marzo. Significa che da quel momento nel giro di qualche settimana vi diremo se la persona che ha fatto domanda può accedere al reddito oppure no. Dopodiché si va alla Posta, si ritira la carta e si accede al programma del reddito”. Chi usufruisce del credito sarà seguito e raggiunto dovunque egli sia dal navigator, un tutor che ha il compito di far assumere l’assistito in modo tale da garantirgli un futuro lavorativo interrompendo anche l’erogazione del credito. Il tutor seguirà formazione, i rapporti con i Centri dell’Impiego e segnalerà tre offerte di lavoro, il rifiuto di questo farà decadere il il diritto al programma RDC.