Richiami alimentari, non mangiateli: Aringa, pistacchio, gambutan, riso e strutto [marchi e lotti]

Aringa, pistacchio, gambutan, riso vialone nano e strutto sono gli alimenti ritirati dalla vendita negli ultimi giorni. Le notizie dei richiami da parte del ministero della Salute

Negli ultimi giorni, il ministero della Salute ha diffuso le notizie di richiamo di una serie di alimenti, in vendita nei negozi ed in alcune catene di distribuzione nazionale, perché potenzialmente a rischio per la salute dei consumatori.

Il richiamo di Esselunga dello strutto ‘Gigi il Salumificio’

Il primo richiamo cautelativo riguarda lo strutto a marchio ‘Gigi il Salumificio’, distribuito da Esselunga, per la possibile presenza di frammenti di plastica. Il lotto ritirato è il 544, con Tmc (termine minimo di conservazione, ndr) al 20/06/2023 e relativo a confezioni in plastica da 250 gr.

- Advertisement -

Il prodotto è stato lavorato e confezionato nello stabilimento di Castelnuovo Rangone (MO) dall’azienda Gigi il Salumificio Srl, in via Moro 3/B (marchio di identificazione CE IT 779 S), la quale i consumatori a rivolgersi, per ulteriori approfondimenti, al numero 059.535832 oppure all’indirizzo e-mail   marco.cirelli@gigisalumificio.it.

Prix richiama il riso vialone nano

In vendita nei supermercati Prix, invece, il lotto di riso vialone nano ‘Prix’, di cui il ministero della Salute ha comunicato il richiamo in via precauzionale. Alla base del ritiro, la potenziale presenza di un fungicida, il triciclazolo, oltre i limiti consentiti dalla legge. Il lotto di riso vialone nano richiamato è il L 14/11/2024 ed il suo Tmc è, per l’appunto, il 14/11/2024. Il prodotto, che si presenta in confezioni da 1 kg, è stato lavorato e confezionato per conto di Prix Quality Spa dalla Curti Srl, nello stabilimento di produzione di Via Stazione 113, a Valle Lomellina (PV).

- Advertisement -

Il richiamo di Alimentis dei pistacchi crudi

Ancora il superamento dei limiti fissati nella presenza di sostanze chimiche ha determinato il richiamo dalla vendita alcuni lotti di pistacchi crudi, a marchio ’Alimentis’. La sostanza riscontrata in esubero è l’aflatossina B1, insieme alle aflatossine totali anch’esse superiori ai limiti di legge. I pistacchi crudi, oggetto del richiamo, sono venduti in confezioni da 1 e 10 kg corrispondenti ai lotti diproduzione F-258, F-293 e F-314 con i Tmc 15/06/2023, 20/07/2023 e 10/08/2023. L’azienda di riferimento è la Alimentis Srl di Fosso Imperatore, a Nocera Inferiore (SA).

Richiamo anche per l’aringa sciocca de Il Borgo del Gusto

Un errore di etichettatura è alla base del richiamo da parte del produttore – e segnalato dal ministero della Salute, di un lotto di filetti di aringa affumicati a freddo, chiamata ‘aringa sciocca’ a marchio ‘Il Borgo del Gusto’. La data di scadenza indicata, riportata sulla confezione da 150 gr e corrispondente al lotto di produzione 200618,  è quella del 21/12/2023, mentre quella corretta è quella del 21/02/2023.

- Advertisement -

Il produttore in questione è la Fruiltrota di Pighin srl, che si trova a San Daniele del Friuli (UD), nell’ente di decentramento regionale di Udine (marchio di identificazione IT 540 CE).

Mc.Garlet richiama il rambutan

Infine, il ministero della Salute ha segnalato il richiamo ad opera del produttore di un lotto di rambutan thailandese a marchio Mc.Garlet a causa di un mancata conformità non meglio specificata. Il richiamo interessa il lotto 220076961, relativo alla confezione da 2 kg. Il rambutan oggetto del richiamo è commercializzato dalla Mc.Garlet Srl di Albano Sant’Alessandro (BG).

Per tutti i prodotti segnalati, vale la raccomandazione di astenersi dal consumo dei prodotti con i numeri di lotto e date indicate.  

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...