Roma Termini: tassista si rifiuta di far salire una disabile in sedia a rotelle

Un tassista in sosta presso la stazione Termini di Roma ha preferito clienti "normali" a una signora in sedia a rotelle a cui ha negato il servizio

Purtroppo non si tratta di un malinteso, è andata proprio così. Oggi, Stazione Termini della Capitale: un tassista ha rifiutato di effettuare la corsa per una signora disabile.

Questo atteggiamento deplorevole, nonché trattasi di irregolarità di servizio, è stato rilevato e reso noto dal Gruppo Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico) della Polizia Locale di Roma.

- Advertisement -

I fatti: la donna è disabile, in sedia a rotelle, ha ben 80 anni e viene accompagnata all’area taxi da un operatore della stazione Termini. Qui chiede al tassista in questione di effettuare una corsa per la tal destinazione. E invece riceve un inaspettato rifiuto.

Poco istanti dopo, lo stesso tassista accetta di far salire a bordo altre persone che erano arrivate dopo rispetto alla signora disabile.

- Advertisement -

Va sottolineato che naturalmente la signora in carrozzina ha scelto questo taxi in quanto l’automezzo era idoneo a consentirle di salire a bordo con sedia a rotelle al seguito.

Multa e ammontare della contestazione

Gli agenti hanno individuato e raggiunto il tassista, un uomo di nazionalità italiana di 39 anni. Dopo avergli contestato i fatti, sono state emesse a carico del tassista sanzioni per un ammontare complessivo superiore a 600 euro.

- Advertisement -

La cosa triste e paradossale è che il cittadino, soprattutto quando diversamente abile, non dovrebbe scontrarsi con un rifiuto difronte a un servizio per cui pagherà regolarmente il corrispettivo dovuto.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.