Sardegna: continuano le proteste dei pastori

L'ultimatum alla politica: "soluzioni o blocchiamo il voto delle Regionali"

Non si ferma la protesta dei pastori sardi. Da 4 giorni protestano contro il prezzo del latte venduto ad un prezzo troppo basso agli industriali.

Bloccate le strade provinciali nel nord della Sardegna

Nel nord della Sardegna i pastori hanno bloccato le strade provinciali in particolare l’incrocio fra la strada provinciale 42 (che unisce Porto Torres e Alghero) e la strada statale 291 (che collega Sassari e Alghero), a una manciata di chilometri dall’aeroporto di Fertilia. Continuano cosi le proteste per il prezzo del latte bloccando uno dei punti fondamentali nella circolazione del paese.

Manifestazioni anche a a Marrubiu, nell’Oristanese, e a Capoterra, in provincia di Cagliari, dove una quarantina di allevatori sta presidiando la statale 195 promettendo di rovesciare per strada il latte contenuto nei bidoni. E’ gia accaduto a Tratalias, lungo la provinciale 77: in azione qui una ventina di pastori.

I pastori hanno urlato alle istituzioni dicendo che se non si troverà subito una soluzione sul prezzo del latte bloccheranno i seggi in tutta l’isola per le elezioni regionali del 24 febbraio. Intanto il Codacons presenterà un esposto chiedendo di “accertare se esistano i presupposti per contestare agli industriali del latte il reato di aggiotaggio”.

Il presidente Conte incontrerà i pastori

Oggi pomeriggio è previsto un incontro tra il presidente del consiglio Conte e i pastori. Ha commentato su facebook “Oggi pomeriggio, dopo Campobasso e Potenza, sarò a Cagliari per avviare un Contratto istituzionale di sviluppo e sarà questa una buona occasione per incontrarli. Con me ci saranno anche il ministro dell’Agricoltura Marco Centinaio e il ministro per il Sud Barbara Lezzi. Insieme cercheremo di trovare soluzioni praticabili“.

Studenti si uniscono alle proteste dei pastori

Anche gli studenti si uniscono alle proteste dei pastori sardi. Questa mattina a Oristano nella piazza principale della città un gruppo di studenti dell’istituto di agraria si è unito alla protesta rovesciando anch’essi i bidoni del latte per terra. Sempre in provincia di Oristano si sono svolte manifestazioni e proteste davanti all’azienda Cao Formaggi, a Fenosu, con un presidio dei manifestanti, e un blocco stradale sulla provinciale per Siamanna, all’altezza della rotatoria.

 

 

Potrebbero interessarti anche