Scozia: madre di 12 figli ha risolto l’economia familiare a tavola spendendo solo 2 sterline

Con 12 figli è tutt'altro che semplice far quadrare i conti e mettere in tavola i pasti, ma questa coppia di coniugi scozzesi ha risolto l'equazione con le patate

E come è possibile avere 14 persone ogni giorno intorno alla tavola? Semplice, basta avere 12 figli, proprio come Zoe sullivan, 45 anni, e suo marito Ben di 49. Questa è una delle famiglie più numerose della Scozia.

Sostenere l’onere della spesa alimentare quotidiana per un tale numero di persone sarebbe un’impresa difficile, se non impossibile, per moltissime famiglie.

- Advertisement -

Zoe Sullivan ha trovato il denominatore comune, in tutti i sensi, da mettere in tavola unitamente a un notevole risparmio economico.

La donna scozzese riesce a mettere in tavola la cena per 14 persone spendendo solo £ 2 a testa.

- Advertisement -

Come è possibile?

La soluzione sono le patate. Come ha spiegato la donna, con le patate, buone, nutrienti ed economiche, si possono preparare tantissime pietanze. L’unico inconveniente, ha ammesso la donna, è dover sbucciare e tagliare 5 kg di patate per essere sicura che in tavola ce ne siano abbastanza per tutti i 14 commensali.

Ad esempio, come appena presentato sul suo canale Youtube The Sullivan Family, ha preparato salsiccia in casseruola con un costo di £ 1,78 per persona (e con contorno di patate naturalmente). Per questa ricetta occorrono solamente salsiccia, cipolla, fagioli e le amate patate. “Economico e rapido, metti in forno ed è fatta” ha commentato Zoe.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.