Selvaggia contro Fedez: “Coraggio di cosa? Non aveva nulla da perdere”

"Non lavora in Rai o altrove, e continua a mangiare comunque". Così Selvaggia attacca Fedez

Selvaggia Lucarelli sferza un duro colpo a Fedez, dopo le polemiche sulla Rai e la presunta censura a lui imposta. “Fedez improvvisamente paladino del mondo LGBT. Fedez però è anche quello che quando il primo cantante italiano famoso anche fuori dai confini nazionali ha fatto coraggiosamente coming out e nel 2010 – mica ora, con la strada più che spianata- nella canzone ‘Tutto il contrario’ gli dedicò la strofa: ‘Mi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing, ora so che ha mangiato più wurstel che crauti. Si era presentato in modo strano con Cristicchi: ciao sono Cristiano non è che me lo ficchi?'”.

Selvaggia Lucarelli seppur cogliendo il significato ironico di quelle parole, non sembra apprezzarle e ammonisce Fedez: Quella strofa però era violenta, qualunque lettura le si voglia dare. La canzone è ancora lì, mai ritirata”. Anzi, sottolinea Selvaggia, quando è stato fatto notare al cantante la necessità di dover dare a qualcuno delle scuse, il rapper ha dato “sempre risposte piccate, infastidite”. Pare che Tiziano non abbia mai perdonato a Fedez la durezza di quei versi, e Selvaggia osserva come: “Non importa quanto si sbaglia, importa come poi decidi di riparare”.

- Advertisement -

Poi, Selvaggia, rispondendo a chi ha definito Fedez coraggioso, dice: “il coraggio si misura con un’unica unità di misura: quanto e cosa si rischia di perdere, compiendo una determinata azione. Fedez ha sposato una causa giusta in una fase di consenso per il ddl Zan enorme, e per fortuna”. Ma Fedez cos’ha messo in gioco? “Non lavora in Rai, non ha bisogno dei pochi soldi della Rai perché ne guadagna moltissimi altrove”, scrive.

La giornalista poi prosegue, “signori miei, non tutti si possono permettere di rinunciare al loro stipendio in Rai o altrove, per questioni di principio. E lo dice una per cui i principi sono importanti. C’è chi deve mangiare, Fedez continuerà a mangiare“.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.