SisalPay come funziona la carta prepagata con iban e senza conto corrente

La carta con attivazione a zero costi. Vediamo come funziona

La carta prepagata SisalPay è attualmente in circolazione, pronta ad affiancare altre carte prepagate come la rinomata e molto utilizzata Postepay. La carta SisalPay nasce prettamente per i pagamenti digitali é una carta prepagata mastercard con Iban. È possibile richiederla gratuitamente presso tutti i punti Sisal autorizzati senza avere un conto corrente.

Quali sono i costi della carta SisalPay

Probabilmente, l’assenza di costi per la Sisalpay è solo una misura temporanea per permettere alla carta di diffondersi sul mercato e superare le concorrenti, ma resta il fatto che attualmente la carta SisalPay è la più conveniente in circolazione per l’attivazione. 

- Advertisement -

Tuttavia, c’è un canone annuo da pagare per mantenerne l’attivazione, che ammonta a 5 euro. La cifra viene addebitata direttamente sulla carta. Questo è un punto a sfavore della carta dato che molte concorrenti sono gratis.

  • Costo attivazione e canone annuo SisalPay Costo di Attivazione: 0€ Canone Annuo: 5€ Costo ricarica SisalPay
  • Costo Ricariche presso Centri Sisal: 1,50€ per ogni ricarica
  • Costo bonifico SisalPay Bonifico in Entrata: 0€
  • Bonifico in uscita: 1€ Prelievi su ATM Italia, Europa, EsteroPrelievo presso ATM Italia: 1€
  • Prelievo presso ATM UE: 2€ Prelievo presso ATM estero: 5€ +1,10% importo prelevato

Come richiedere la carta SisalPay

Come già detto, è possibile richiedere la carta SisalPay presso uno dei punti SisalPay abilitati all’emissione della stessa. Per farlo, occorre avere a portata di mano:

- Advertisement -
  • un documento d’identità (carta d’identità, passaporto o patente di guida) con validità residua superiore ai tre mesi;
  • la tessera sanitaria riportante con codice fiscale;
  • connessione dati

Procedura richiesta della carta presso i punti vendita SisalPay

Per richiedere la carta rechiamoci presso un punto vendita SisalPay, che potremo trovare consultando il sito locator.sisalpay.it. Serviranno codice fiscale, documento d’identità e il cellulare per associare il numero alla carta.

L’esercente ci guiderà nella procedura, per l’attivazione arriverà un codice OTP ( One Time Password ) sul nostro smartphone. E contestualmente la notifica di avvenuta attivazione. SisalPay sará utilizzabile subito dopo la prima ricarica ( limite di ricarica 20 €, massima 250 € )

- Advertisement -

Dopo aver richiesto la carta, si ottiene anche un codice Iban ad essa associato, come una sorta di Postepay Evolution.

Come utilizzare la carta SisalPay

Oltre che per effettuare i pagamenti online, con la carta SisalPay è possibile:

  • ricevere e disporre bonifici;
  • ricevere l’accredito dello stipendio;
  • disporre pagamenti presso tutti gli esercizi commerciali che accettano carte Mastercard;
  • effettuare prelievi di denaro presso tutti gli sportelli ATM convenzionati Mastercard;
  • ricaricare la carta in uno dei punti SisalPay abilitati al servizio.

Attualmente la carta non è abilitata alle domiciliazioni con addebito diretto sul conto. Numero del Customer Care, da lunedi al sabato dalle 9:00 alle 20:00 800.99.60.31

Sicurezza della carta

Per quanto concerne la sicurezza, la carta SisalPay gode delle garanzie offerte dal circuito Mastercard. Inoltre, in caso di furto o smarrimento si può bloccare facilmente tramite sito ufficiale e app. Basta inserire la password e il codice OTP, poi cliccare su “La mia carta”, quindi selezionare “Opzioni” e “Blocca carta”. Inoltre la carta è dotata del sistema 3D secure, che, sui siti abilitati, permette di autorizzare le operazioni attraverso l’inserimento di un codice ricevuto tramite sms. 

Bloccare tutte le funzionalità della carta

Per bloccare tutte le funzionalità della tua carta basta chiamare l’assistenza clienti al numero 800.996.031 disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 (dall’estero + 39 02 39997803).

Sisalpay app e sito web: come gestire le operazioni online

Per consultare il saldo della carta e visualizzare la lista movimenti, nonché gestire i limiti esiste una sezione apposita del sito web o tramite l’app SisalPay che consentono di controllare tutto.

App sisalpay

Nella sezione “Carta SisalPay” , puoi verificare in tempo reale il saldo, gestire i limiti e l’operatività della carta e bloccarla.

Per impostare i limiti della carta relativi ai prelievi ATM, ai pagamenti nei negozi e online, tramite il sito ufficiale e l’app SisalPay. Basta recarsi nella sezione “Carta SisalPay”, poi “impostazioni” e quindi “limiti”. 

Come ricaricare la carta SisalPay

Per ricaricare la carta, basta recarsi in uno dei punti Sisal sul territorio nazionale. Con una ricerca online, è possibile facilmente individuare quelli più vicini. In alternativa, anche se si tratta di una soluzione meno comoda, è possibile effettuare una ricarica della carta attraverso il bonifico

La prima ricarica della carta va effettuata contestualmente alla richiesta, ed è necessaria al fine dell’attivazione. Le altre ricariche, invece, possono essere fatte non prima dei tre giorni successivi alla richiesta della carta, e comunque non prima di aver ricevuto l’SMS di conferma dell’attivazione da parte di SisalPay.

Estratto conto carta SisalPay

Per controllare i movimenti della carta, c’è la sezione “Carta SisalPay” nell’app o nel sito ufficiale dove è presente anche l’estratto conto. Tuttavia, è possibile richiedere un estratto conto cartaceo. Per effettuare questa operazione, potrebbero applicarsi delle commissioni aggiuntive.

Invece, è gratis l’archivio personale che consente di “conservare” per 10 anni le ricevute di pagamento.

Come disdire la carta sisalpay

Le modalità di disdetta della sisalpay sono indicate nel documento “TERMINI E CONDIZIONI DELLA CARTA SISALPAY” ed in particolare nella apposita sezione “RECESSO O SOSPENSIONE DEL PRESENTE ACCORDO E DELLA CARTA SISALPAY

Il Cliente può disdire la Carta SisalPay, e recedere dall’accordo in qualsiasi momento, senza spese, inviando una lettera raccomandata A.R. con ricevuta di ritorno all’indirizzo di SisalPay, Via A. de Tocqueville 13 – 20154 Milano, destinatario: SisalPay S.p.A. – Ufficio Servizio Clienti SisalPay.

Vediamo nello specifico cosa indicare nella lettera:

  • Dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, residenza e codice fiscale)
  • Il numero della propria Carta SisalPay (ID della carta indicato sul retro)
  • Copia documento d’identità da allegare alla lettera.

N.B. la stessa procedura deve essere utilizzata anche in caso di blocco o danneggiamento della carta

Contestualmente alla richiesta di disdetta si può chiedere, senza costi aggiuntivi, il rimborso del Saldo disponibile, utilizzando lo stesso IBAN già utilizzato per ricaricare la propria Carta SisalPay ovvero un altro IBAN che deve necessariamente essere intestato alla persona titolare della carta da disdire.

Altro aspetto da considerare e che se a seguito della disdetta o recesso dovessero risultare ancora pendenti le commissioni relative al normale utilizzo della carta, il Cliente dovrà procedere al rimborso. In particolare, il cliente riceverà una fattura con la richiesta di rimborso delle somme ancora dovute. Chiaramente se il cliente si rifiuta di rimborsare quanto ancora dovuto, l’Emittente o SisalPay si riservano di adottare tutte le misure necessarie e quindi anche di agire legalmente al fine di recuperare tali somme.

Star Wars: Young Jedi Adventures seconda stagione

Disney+ ha rilasciato il trailer della seconda stagione di Star Wars: Young Jedi Adventures, la serie originale animata di Lucasfilm che debutterà mercoledì 14 agosto...