Spunta blu di Twitter: i casi degli account falsi e le misure preventive di Musk

Twitter Blu, troppi i profili falsi nati a causa delle spunte blu. Nessuna verifica sull'identità di chi lo richiede.

La spunta blu accanto al nome su un profilo social fa pensare da sempre che sia stata effettuata una verifica sull’identità della persona. Insomma, offre un po’ quella certezza che dietro a un nome ci sia qualcuno di reale e autentico.

Questo accade anche su Twitter. Peccato però che da quando Elon Musk ha deciso di far pagare quella spunta blu otto dollari al mese ha permesso praticamente a tutti di averne una, senza che ci siano ulteriori verifiche.

- Advertisement -

Tutto ciò sta provocando non poca confusione tra gli utenti di Twitter e gli account falsi stanno crescendo a vista d’occhio.

Gli account falsi in questo modo ne approfittano per pubblicare post che provengono da profili ufficiali e per un utente medio che scorre le notizie velocemente distinguerli è quasi impossibile.

- Advertisement -

L’unico modo per verificare se la spunta blu è stata ottenuta attraverso una verifica o l’abbonamento è quella di cliccare sul tweet, poi sul nome dell’utente e infine andare sul profilo. Ci sono già stati diversi contenuti falsi pubblicati a nome di Nintendo America, Rudy Giuliani e LeBon James per esempio e, nonostante gli account sono poi stati sospesi sono riusciti ad attirare migliaia di visualizzazioni.

Twitter dichiara che contrasterà questi profili, però non sarà facile considerando che buona parte dei tagli al personale ha riguardato proprio le aree di verifica.

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...