Tagli alla sanità, il Ministero della Salute avvia i primi controlli

Le Regioni saranno oggetto di una ricognizione da parte del Ministero della Salute. Tra pochi giorni arriveranno i primi risultati.

Il Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni Raffaele Donini parla del taglio di 1 miliardo e 266 milioni del programma Ospedale sicuro per interventi antisismici e antincendio. Riferisce che le Regioni hanno appreso che il Ministero della Salute ha predisposto una ricognizione i cui risultati arriveranno tra pochi giorni. Donini ha sottolineato come gli interventi siano già programmati e, dunque, non potranno essere pagati con soldi che non ci sono al momento o che non si possono pretendere.

L’allarme delle Regioni: il DL va corretto

Troppe poche risorse per realizzare gli obiettivi. Le Regioni sono concordi e lo è anche la Corte dei Conti come ricordato da Raffaele Donini. Il coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni afferma che la collaborazione con il Ministero della Salute sarà massima in queste giornate di ricognizione ma ciò non toglie il fatto che sia in atto un taglio alla sanità. Ecco perché le Regioni hanno voluto lanciare questo allarme dopo aver appurato – leggendo il Decreto – che il problema non è stato ben compreso fino in fondo.

- Advertisement -

Si chiede, dunque, una correzione del Decreto stesso rivedendo il taglio di 1,2 miliardi per gli ospedali. Poi le Regioni si impegneranno a cercare soluzioni efficaci ma nel frattempo non possono mancare le risorse per portare a termine gli interventi preventivati. Non dopo che da mesi si cerca di velocizzare e snellire le pratiche burocratiche per ottenere i fondi. La necessità è di correggere le rimodulazioni previste dal DL Piano Nazionale Ripresa e Resilienza per il Piano Nazionale Complementare.

Valentina Trogu
Valentina Trogu
Web content writer, scrittrice e mediatrice familiare. Laureata in sociologia-analisi delle politiche sociali. Mi occupo della stesura di articoli toccando varie tematiche tra cui economia, salute, tecnologia. In questo modo posso coltivare la mia passione per la scrittura e cercare di rendere fruibili le informazioni ad un maggior numero di persone.