Tasse, MEF: “Nel 2020 scende reddito medio degli italiani”

Calan a vista d'occhio i redditi dichiarati dagli italiani

Il ministero dell’economia (Mef) ha comunicato i dati ufficiali dei redditi degli italiani facendo emergere un quadro molto diverso tra Nord e Sud a partire dal 2020.

Mef: “Dal 2020 divario Nord Sud sempre più marcato

Gli autonomi dichiarano il doppio dei dipendenti e dei pensionati, mentre risulta evidente la spaccatura che si è venuta a creare tra meridione e settentrione. Con la Lombardia che guida con livelli di reddito più elevato.

- Advertisement -

Il mef ha inoltre specificato che “il reddito complessivo totale dichiarato nel 2020 ammonta a oltre 865,1 miliardi di euro (-19,4 miliardi rispetto all’anno precedente) per un valore medio di 21.570 euro, in calo dell’1,1% rispetto al reddito medio indicato l’anno precedente nelle dichiarazione dei redditi”.

Le differenze si notano anche nelle classi di reddito in un paese che dal punto di vista fiscale non può definirsi omogeneo. Il Mef afferma inoltre che “analizzando i contribuenti per fasce di reddito complessivo nel 2020 il Mef osserva che circa il 27% dei contribuenti, che dichiara circa il 4% dell’Irpef totale, si colloca nella classe fino a 15.000 euro; in quella tra i 15.000 e i 70.000 euro si posiziona circa il 70% dei contribuenti, che dichiara il 67% dell’Irpef totale; mentre solo circa il 4% dei contribuenti dichiara più di 70.000 euro, versando il 29% dell’Irpef totale“.