Terza dose vaccino Moderna: gli scienziati spaccati su due fazioni

Dubbi sulla somministrazione della terza dose del vaccino Moderna. Alcuni studi suggeriscono sarebbe meglio una somministrazione dimezzata

Gli esperti della Food and Drug Administration (Fda) non hanno ancora preso una posizione chiara sulla terza dose del vaccino Moderna. E’ quanto è emerso da un report pubblicato in vista di una riunione di 2 giorni fa convocata dalla Fda sui richiami dei vaccini Moderna e Johnson & Johnson, e che hanno dato notizia i media americani.

Il punto, secondo gli esperti, è che i dati non dimostrano la necessità di somministrare una terza dose di vaccino Moderna. Anzi, l’azienda ha chiesto, al massimo, il via libera a un dosaggio dimezzato, da somministrare almeno 6 mesi dopo la conclusione del ciclo di immunizzazione primario.

- Advertisement -

Alcuni studi sull’efficacia nel mondo reale hanno suggerito una diminuzione dell’efficacia del vaccino Moderna contro il Covid-19 nel tempo contro l’infezione sintomatica o contro la variante Delta, mentre altri no“, scrivono invece gli esperti della FDA in una nota.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.