Twitch: minorenne spende oltre 20 mila dollari

Il ragazzo ha sperperato oltre 20 mila dollari in 17 giorni

twitch
PhotoCredit: Pixabay

Un ragazzo minorenne ha speso un’enorme cifra su Twitch, donando tutto ai suoi streamer preferiti. Questo è quanto raccontata da una madre disperata, che ha denunciato il fatto su Reddit. A quanto pare sembra che suo figlio abbia speso oltre 20 mila dollari (pari all’intero conto in banca dei genitori), per delle donazioni effettuate sulla “piattaforma viola”. La donna ora, sta cercando di riottenere il denaro. “Anni di risparmi sperperati in 17 giorni” scrive così la donna riguardo alle spese folli del ragazzo. Tra le donazioni, molto denaro è stato versato al famoso streamer Tfue, oltre che ad alcune star dell’NBA e dell’NFL che sono soliti fare live streaming.

Cosa è successo

La piattaforma Twitch ha cambiato il mondo dei videogiochi, avvicinando creativi e gamers ai loro fan. Inoltre, è basata su una forma di comunicazione completamente inedita ed è da diverso tempo la più utilizzata dai giovanissimi, ma anche dagli over 25. Twitch è in sostanza, una piattaforma di live streaming di proprietà di Amazon. È stata lanciata il 6 giugno 2011 e consente principalmente lo streaming di videogiochi. Attualmente è leader del settore nelle trasmissioni di eventi e competizioni eSports. I contenuti possono essere visti sia in diretta, che on demand.

Proprio l’innovazione della piattaforma, e i suoi contenuti così attrattivi, hanno spinto molti fan a donare saltuariamente, o quotidianamente, delle piccole somme di denaro ai creativi che realizzano ogni giorno live e gameplay. Per questo motivo, molti streamer invogliano spesso gli spettatori a sottoscrivere un abbonamento al proprio canale, o ad elargire delle donazioni in denaro. Il giovane protagonista del racconto su Reddit, poteva disporre dell’accesso al conto in banca familiare per pagarsi i pasti e finanziare gli studi. Ma ha deciso di spendere il denaro su Twitch.

La madre, spiega sulla community di Reddit che “Non ricevo risposta dal servizio clienti di Amazon da due settimane. Ho anche scritto al CEO di Amazon e ai legali tramite posta certificata, ma neanche in quei casi ho ricevuto una risposta. Come posso riottenere i soldi o fare in modo che mi rispondano?”. Ha inoltre ammesso di essere responsabile dell’azione sconsiderata del figlio, non avendone adeguatamente supervisionato il comportamento su internet. Allo stesso tempo però, si dice sbalordita dal volume di transazioni che avvengono su Twitch. Ricordiamo che, al primo trimestre 2018 Twitch contava 15 milioni di utenti attivi al giorno, e circa un milione di utenti online a qualsiasi ora, più delle reti televisive statunitensi CNN ed ESPN.