Uber punta a rivoluzionare il futuro con i taxi volanti

La tecnologia che lo rende possibile procede a ritmo spedito e porterà alla rivoluzione della mobilità urbana.

Uber Air sarà realtà entro 10 anni, lo ha comunicato il Ceo di Uber, Dara Khosrowshahi durante un forum a Tokyo.

I primi voli sperimentali sono in programma negli Stati Uniti per il 2020. La Khosrowshahi ha dichiarato che i taxi volanti e quelli a guida autonoma arriveranno prima di quanto la gente immagini.

Ha ribadito la mappa stradale per i taxi del cielo e fatto accordi con compagnie di taxi tradizionali giapponesi. Il mercato giapponese dei taxi non è di solo interesse della Casa Uber. Sony fornirà una app basata su intelligenza artificiale che si occuperà anche dei pagamenti.

Il Progetto dei taxi volanti

Uber Air è parte di un progetto chiamato Elevate che si occupa della realizzazione di una rete di piccoli velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale. Questi velivoli avranno capienza massima di 4 persone e saranno adibiti al trasporto in aree densamente abitate. Novità anche in casa Airbus dove si è collaudato il primo drone taxi ahana Alpha One. La Vodafone rende nota la sua intenzione di creare il primo sistema al mondo per il controllo di traffico dei droni. Questo software utilizza la tecnologia lot per evitare la collisione tra i velivoli.

Le difficoltà riscontrate

Loading...

Uber continua a trovare difficoltà in vari Paesi per il suo progetto, sono ancora troppi i dubbi che attanagliano gli interessati, uno tra tanti riguarda l’incolumità dei passeggeri e l’ostracismo dei tassisti. Infatti proprio in questi giorni la società ha dovuto sospendere le attività in Marocco per mancanza di regole.