Un adesivo ingegneristico per rilevare il Covid-19

Gli ingegneri stanno implementando un particolare cerotto in grado di rilevare la presenza del Covid-19

Un giorno, un dispositivo bioelettronico indossabile potrebbe trasmettere in modalità wireless i segni vitali di una persona – fornendo potenzialmente informazioni critiche per la diagnosi precoce di problemi di salute come COVID-19 o malattie cardiache – a un operatore sanitario, eliminando la necessità di una visita di persona salvando anche vite umane.

L’interesse per la bioelettronica indossabile è cresciuto negli ultimi anni, in gran parte alimentato dalla crescente domanda di fitness tracker in grado di registrare gli allenamenti e monitorare la salute di una persona, dalla frequenza cardiaca alla qualità del sonno.

- Advertisement -

Ora, gli ingegneri dell’Università del Missouri stanno facendo avanzare il mercato commerciale della bioelettronica indossabile sviluppando un piano di produzione su larga scala per un dispositivo personalizzabile in grado di monitorare simultaneamente più segni vitali come la pressione sanguigna, l’attività cardiaca e l’idratazione della pelle. “Sebbene i biosensori per questi dispositivi siano già stati sviluppati, ora vogliamo combinarli per produrre in serie un cerotto poroso con più componenti bioelettronici”, ha detto Zheng Yan, assistente professore presso il College of Engineering.

“I componenti possono anche essere personalizzati per soddisfare le esigenze di salute individuali dell’utente.” Yan ha recentemente ricevuto una sovvenzione di oltre $ 500.000 dal programma di sviluppo della carriera precoce della Faculty della National Science Foundation, o CAREER, per avviare un piano per la produzione di massa del dispositivo a basso costo. La sovvenzione si basa su alcuni dei lavori precedenti di Yan che dimostrano una dimostrazione del concetto di un piccolo cerotto che funziona come un dispositivo elettronico impermeabile e traspirante con capacità di raffreddamento passivo. Ora sta lavorando per aumentare la produzione di quel dispositivo concettuale per la grande distribuzione. Yan ha detto che i dispositivi indossabili esistenti di solito sono costituiti da bioelettronica supportata da un materiale flessibile e solido, tipicamente plastica o silicone, chiamato substrato.

- Advertisement -

Che vuole ottimizzare il materiale per essere morbido, traspirante, confortevole, leggero e impermeabile. Inoltre, al fine di produrre in serie i sensori bioelettronici, Yan sta studiando come stamparli direttamente sul materiale di supporto utilizzando un metodo chiamato stampa a getto d’inchiostro senza maschera. “In futuro, se vogliamo essere in grado di implementare ampiamente l’uso di dispositivi biomedicali indossabili, a causa delle dimensioni della produzione dovrebbe avere un basso costo di produzione“, ha detto Yan. “Pertanto, utilizzando questa sovvenzione vogliamo determinare come ottenere una fabbricazione continua e scalabile di tali dispositivi nel tentativo di mantenere i nostri costi di produzione più bassi possibile e trasferire tali risparmi sui costi al consumatore”.

La sovvenzione, “Produzione continua basata su soluzioni o facile da usare sull’elettronica della pelle per il monitoraggio della salute personalizzato”, è stata assegnata dalla National Science Foundation.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...