Un rapporto statunitense sull’anafilassi dei vaccini

Lo scopo del rapporto era aggiornare i tassi di segnalazione per entrambi i vaccini dopo i risultati iniziali

A seguito delle procedure di vaccinazione negli Stati Uniti, i tassi di segnalazione stimati per l’anafilassi erano di 11,1 casi per milione di dosi per il vaccino Pfizer e 2,5 casi per milione di dosi del vaccino Moderna.

Lo scopo del rapporto era aggiornare i tassi di segnalazione per entrambi i vaccini dopo i risultati iniziali. I dati per il rapporto sono stati raccolti utilizzando il Vaccine Adverse Event Report System (VAERS), il sistema nazionale di sorveglianza passiva (segnalazione spontanea) per gli eventi avversi dopo l’immunizzazione.

- Advertisement -

I casi di anafilassi sono stati definiti in riferimento alla definizione fornita da Brighton Collaboration. Come indicato nel rapporto, durante il periodo tra il 14 dicembre 2020 e il 18 gennaio 2021, i cittadini statunitensi hanno ricevuto un totale di 9.943.247 dosi del vaccino Pfizer e 7.581.429 del vaccino Moderna. Durante quel periodo, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno ricevuto 66 segnalazioni corrispondenti alla definizione di Brighton Collaboration: 47 in seguito alla somministrazione del vaccino Pfizer (a un tasso di 4,7 casi/milione di dosi somministrate) e 19 per il vaccino Moderna (a un tasso di 2,5 casi/milione di dosi somministrate).

Le caratteristiche cliniche dell’anafilassi erano simili in tutti i casi e 21 dei 66 casi (32%) hanno riportato precedenti reazioni anafilattiche ad altre esposizioni, inclusi altri vaccini, penicillina, lattice e noci. Ben 61 dei 66 casi di anafilassi (92%) hanno ricevuto adrenalina come parte del loro trattamento. Al follow-up, tutti i pazienti, compresi quelli che erano stati ricoverati in ospedale, si sono completamente ripresi ed erano in buona salute. Non sono stati riportati decessi per anafilassi a seguito della vaccinazione con nessuno dei due prodotti.

- Advertisement -

Per garantire la sicurezza, gli autori raccomandano a tutte le strutture che somministrano i vaccini di disporre delle forniture necessarie e di personale medico qualificato per la gestione dell’anafilassi. Oltre a questo, Tom Shimabukuro e i suoi colleghi affermano che l’inoculazione della popolazione con i vaccini mRNA COVID-19 attualmente disponibili vale il rischio associato, banalmente piccolo. “Se considerati nel contesto della morbilità e mortalità da COVID-19, i benefici della vaccinazione superano di gran lunga il rischio di anafilassi, che è curabile“, concludono gli autori nel loro rapporto.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...