Voli suborbitali in Italia, siglata la partnership tra Virgin Galactic e ASI

includendo nell'accordo capacità ed operatività di volo suborbitale dal futuro spazio-porto italiano di Grottaglie.

L’accordo permetterà di applicare le conoscenze acquisite durante il volo dello spazioplano alle future opportunità di volo suborbitale in Italia.

Partnership siglata in presenza della Ministra per il Sud On. Barbara Lezzi, Nicola Zaccheo, AD Sitael, Vincenzo Giorgio, AD Altec, il Cavalier Vito Pertosa, founder di Angel Group e Richard Branson, fondatore del Virgin Group.

Gli obiettivi prefissati sono molteplici

Oltre al volo suborbitale le due agenzie hanno intenzione di perseguire altre opportunità, tra queste l’uso della microgravità suborbitale. Infatti lo scopo è quello di addestrare e formare gli astronauti.

Nonchè approfondire lo studio di biologia e biotecnologia, scienza e sviluppo dei materiali.

Loading...

“Penso che i voli suborbitali siano un elemento importante nel futuro utilizzo dello spazio.La nostra partecipazione a questa entusiasmante operazione è il chiaro segnale che l’Italia è in prima linea nella new space economy che sta cambiando il nostro futuro e rende lo spazio accessibile a più investitori.

Non a caso, proprio due giorni fa, in occasione del trentesimo anniversario dell’ASI, abbiamo annunciato il lancio del primo fondo italiano per gli investimenti nello spazio. Il turismo spaziale, la manifattura spaziale, i servizi in orbita sono temi chiave del segmento spaziale della new space economy”. Roberto Battiston Presidente ASI.

Aprire lo spazio all’uomo

La mission di Virgin Galactic è aprire lo spazio ai clienti commerciali, sia per scopi scientifici che per volo spaziale umano. L’industria italiana e ASI vantano molta esperienza in campo di microgravità orbitale. Sfruttare al meglio ricerca e sviluppo aerospaziale offerte dalla della navicella spaziale di Virgin Galactic che partirà dal futuro spazioporto italiano di Grottaglie.

Il primo volo suborbitale è previsto non prima di settembre 2019. ALTEC (società di proprietà di ASI e Thales Alenia Space) e SITAEL hanno siglato un accordo per trovare un’azienda che produca navicelle spaziali nel sud Italia. Questa infrastruttura darà opportunità non solo al turismo ma anche alla produzione di nuovi satelliti, astronauti e testare nuove tecnologie.