WhatsApp: C’è un nuovo virus che ruba i dati a Facebook e Google

I dati personali degli utenti non sono al sicuro, l'aggiornamento del virus Pegasus ruba i dati a Facebook e Google

WhatsApp: C'è un nuovo virus che ruba i dati a Facebook e Google

Ancora una volta, si scopre che WhatsApp è un App vulnerabile che non riesce a garantire la sicurezza dei sui utenti. Infatti, la società NSO è tornata con lo spyware Pegasus che sottrae i dati personali a Facebook e Google.

WhatsApp: Il virus che minaccia la sicurezza degli utenti

L’allarme è stato lanciato dal Financial Time, che ha sottolineato quanto l’aggiornamento del nuovo virus Pegasus sia ancora più pericoloso. Infatti, si tratta di uno spyware che non si limita a spiare le attività degli utenti.

Questo malware è in grado di rubare le credenziali di accesso ai maggiori Social, come Facebook, e le informazioni contenute all’interno dei cloud (come ad esempio Google Drive).

La nuova versione di Pegasus è ancora più minacciosa, soprattutto perché in grado di rubare agli utenti molte più informazioni. Non si limita più solo ai dati, ruba anche i messaggi archiviati, le immagini e traccia la geolocalizzazione.

Uno scandalo che ha colpito la sicurezza

Attualmente, il numero effettivo dei utenti che sono stati colpiti da questo Virus non si conosce ma è probabile che siano molti. Contemporaneamente, le aziende coinvolte stanno cercando di indagare per capire come difendersi dall’attacco.

Pegasus non è solo un virus molto potente ma anche estremamente pericoloso, soprattutto se utilizzato nei paesi dove vige una dittatura.

Infatti, preoccupano molto le dichiarazioni che la NSO ha rilasciato in merito alla vendita del suo nuovo virus. L’intenzione è quella di cederlo ai quei paesi dove la libertà di stampa e di parola sono limitatissime.  A patto però, che queste Nazioni dimostrino di essere impegnate attivamente nella lotta contro il terrorismo.

Comunque sia, Pegasus resta comunque una grande minaccia per la salvaguardia della privacy degli utenti. In quanto, per rubare e inviare i dati a un server esterno agisce in modo subdolo e il mal capitato non se ne accorge neanche.

Leggi anche Telegram e WhatsApp: Le foto rischiano di essere infettate da un malware


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI 

Iweblab