Dallas buyers club: compratori per la vita

dallas-buyers-club-poster-2013-movie-poster-hd

Il film di Jean-Marc Vallée si è guadagnato tre statuette, alla cerimonia degli Oscar 2014: Matthew McConaughey – Miglior attore protagonista, Jared Leto – Miglior attore non protagonista, Miglio trucco.

Ispirato alla vera storia di Ron Woodroof: un elettricista texano che visse negli anni ottanta. Appassionato di rodeo, a causa di una vita sregolata dedita all’abuso di alcool, droghe di ogni tipo e rapporti occasionali non protetti, contrae il virus dell’AIDS.

dallas buyers club mcconaugheyDi cosa tratta questa storia, tanto da convincere un bell’imbusto come McConaughey a scegliere la parte, l’attore famoso, non tanto per i ruoli nelle sdolcinate commedie, ma per esser considerato uno dei sex symbol di Hollywood grazie al fisico scolpito. La notizia più clamorosa che questo film ha suscitato, oltre a vedere un nuovissimo ruolo per l’attore texano, è stata la durissima dieta alla quale si sono sottoposti i due attori principali: la perdita di circa venti chili per McConaughey e tredici chili per Leto. images

A Ron Woodroof è stato diagnosticato l’AIDS e secondo i medici dell’ospedale locale gli rimangono trenta giorni di vita. In preda alla non accettazione della sua nuova condizione, viaggia in Messico, dove conosce un medico che lo sostiene e l’aiuterà nel trasportare medicinali non approvati ma legali, negli Stati Uniti. Assieme al transgender sieropositivo Rayon fonda il Dallas Buyers Club: un circolo privato dove i cittadini sieropositivi di Dallas comprano medicine. La particolarità non è la costosa iscrizione, ma l’opportunità di poter ricevere ogni medicinale possibile a costo zero.

download (1)Inizialmente, i rapporti tra Ron e Rayon sono alquanto ostili: Woodroof viene da un ambiente omofobo, in cui lui stesso era solito nutrire pregiudizi contro gay e transessuali. I suoi punti di vista cambieranno grazie ai numerosi contatti di Rayon per aumentare gli iscritti al club, ma soprattutto grazie alla loro amicizia, che nasce dalla condivisione di una comune prospettiva, di un comune destino: la meta umana che paradossalmente divide le persone per sempre, la morte.

CONDIVIDI