Violentata una 15enne adescata in chat: in manette un 44enne

15enne violentata

I due si sono conosciuti in una delle tantissime chat presenti in rete, dove lei aveva precedentemente creato un profilo personale, in cui però dichiarava di aver già compiuto i 18 anni.

Molti i messaggi scambiati tra loro, in special modo su Whatsapp, dove l’uomo ha sempre palesato una certa insistenza nel voler organizzare un incontro dal vivo. Così è stato: la ragazzina accetta di conoscere quello che, di lì a breve, si sarebbe rivelato il suo orco e, dopo alcune chiacchiere ed una passeggiata nei pressi della stazione Termini, insieme decidono di recarsi a casa di lui. Proprio allora comincerà l’incubo: la giovane verrà infatti più volte violentata.

La mamma della malcapitata, in ansia per il mancato rientro a casa di quest’ultima, decide di chiedere delucidazioni proprio ad alcune amiche della figlia, che la informano circa l’appuntamento. La donna è così riuscita ad ottenere il numero dell’aggressore, imponendogli di riportare immediatamente la figlia da lei, in un luogo poi stabilito. La telefonata è stata decisiva, consentendo alla madre di riabbracciare la figlia poco più tardi.

Loading...

Rientrata in casa, la ragazzina è scoppiata in lacrime confessando i dettagli di quanto accaduto. Dopo la visita in ospedale, è stata dimessa con prognosi di alcuni giorni, per via di alcune escoriazioni rilevate durante il controllo dei medici. L’uomo è stato poi denunciato ed arrestato con l’accusa di violenza su minori.