65enne spara a caso sul ponte Vespucci e uccide venditore senegalese

Esce di casa per suicidarsi ma non ne ha il coraggio e decide di uccidere con l'intento di finire in prigione.

Una dozzina di colpi di pistola sul petto. È morto così,Idy Diene, giovane venditore abusivo che lavorava sul Ponte Vespucci a Firenze. Il colpevole, Roberto Pirrone 65 anni, ieri era uscito di casa con l’intenzione di porre fine alla sua esistenza per i troppi problemi di natura economica.

Una volta uscito per strada però non ha avuto il coraggio di concretizzare il suo progetto e ha dunque pensato di togliersi dal bilancio familiare finendo in galera. Ha iniziato a camminare per il centro storico di Firenze, con la sua Beretta in tasca,in cerca di potenziali vittime.

Prima ha incontrato una famiglia con bambini piccoli , elemento che l’ha fatto desistere dal suo MACABRO intento. Infine la sua furia omicida ha fatalmente  incontrato la vittima. Alcune testimonianze parlano di oltre 12 spari d ‘arma da fuoco, che hanno messo fine alla vita dell’extracomunitario.

Loading...

Il soccorso dei sanitari del 118 è stato celere ma inutile. Il racconto dell’accusato, più tardi in questura, non è stato privo di pianti e rimorsi ma il 65 enne ha continuato a sostenere la sua angoscia come motivazione del folle gesto. In lutto la comunità senegalese di Firenze chiede giustizia e ribadisce la loro volontà di non arrendersi e di non voler lasciare l’Italia.

Potrebbero interessarti anche