Alimentazione del cane: cosa è importante sapere?

I cibi da non dare al cane

alimentazione del cane, quali cibi evitare

I cani, esattamente come gli essere umani, per vivere più a lungo hanno bisogno di una dieta sana ed equilibrata. Tuttavia, alimentare il proprio amico a 4 zampe in maniera corretta non è sempre facile, anche perché il mondo del pet food è estremamente vasto e variegato, tant’è che spesso non si sa bene a chi affidarsi.

Di fatto, la cosa più importante è cercare di acquistare alimenti in grado di garantire una nutrizione completa ed anche un’elevata digeribilità. A tal proposito interessanti sono i prodotti della linea Farmina N&D, creata in Italia, per soddisfare le esigenze del proprio amico peloso. Tali prodotti tengono conto della natura carnivora dei cani, infatti, vi sono numerosi alimenti grain free.

Tuttavia, il tutto viene arricchito da importanti ingredienti di origine naturale, come la zucca che ha eccellenti proprietà digestive e terapeutiche, ed un apporto calorico estremamente ridotto. Noi sai dove reperirli o vuoi maggiori informazioni? Visita il sito Bauzaar.it, troverai tante soluzioni per ogni tipo di razza.

I cibi da non dare al cane

Altro aspetto su cui vale la pena di soffermarsi, è cosa non dare da mangiare al proprio cane. Infatti, bisogna tenere a mente che alcuni cibi, non solo non sono indicati dal punto di vista nutritivo, ma fanno anche male all’animale, in quanto possono portare all’insorgere di alcune patologie come il diabete. Di fatto, da evitare sono soprattutto i dolci e la frutta troppo zuccherina (pere, uva, fichi, ecc.).

Tuttavia, nella lista degli alimenti da non dare al proprio amico a 4 zampe si ritrovano anche aglio, cipolla, fave, noci e cavoli, nonché l’avocado che contiene una tossina fungicida, letale per l’apparto digerente del cane, ed il latte, che può provocare diarrea.

Da evitare poi sono gli ossicini piccoli, come quelli del pollo, in quanto potrebbero perforargli l’intestino. Inoltre, per quanto riguarda le uova, è bene non darle al cane crude. Sicuramente, le limitazioni sono tante, ma in commercio è possibile trovare numerose proposte stuzzicanti con cui allietare il palato di fido.

Alcune regole fondamentali

Alcuni esemplari di grande taglia sono soggetti alla torsione dello stomaco, per tanto è importante frazionare il cibo, in modo da portarli a consumare più pasti al giorno. Tuttavia, anche i questi casi è importante rispettare la quantità totale, in modo da non farli aumentare di peso. La distribuzione dell’apporto calorico durante la giornata, inoltre, può essere utile anche in caso di cani da caccia, molto impegnati, o di cagne in gestazione o in fase di allattamento.

L’importante è rispettare gli orari stabiliti, in modo da evitare la comparsa di alcuni sintomi poco gradevoli, come il vomito gastrico, ma anche comportamenti indesiderati, come eccessiva aggressività. Di norma, è bene che gli amici a 4 zambe mangino dopo i padroni, così da evitare di ingurgitare più cibo, andando ad elemosinare qualche boccone.

In più, è meglio che il cane venga invitato a mangiare sempre nello stesso punto, per tanto è bene riservare una zona della casa alla ciotola dell’acqua e del cibo. Nel caso in cui si desideri cambiare l’alimentazione del proprio amico peloso, è bene chiedere consiglio al veterinario e prevedere un periodo di transizione, di almeno 15 giorni, in cui mescolare la nuova razione con quella precedente.

Loading...
Lorita Russo
Sono l' Amministratrice e Responsabile Marketing di Quotidianpost.
Potrebbero interessarti anche