AltaVita-IRA Padova seleziona Educatore Professionale/Animatore

Sono stati riaperti i termini per la seguente procedura concorsuale: Selezione pubblica per la formazione di una graduatoria da utilizzarsi per la stipula di contratti a tempo determinato di EDUCATORE PROFESSIONALE/ANIMATORE.

La selezione pubblica avverrà tramite solo esame-colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzarsi, all’occorrenza, per la stipula di contratti di lavoro a tempo determinato, sia a tempo pieno che a tempo parziale, nel profilo di “Educatore professionale/Animatore”.

Requisiti specifici:

Loading...

– possesso del Diploma di Educatore professionale Animatore rilasciato ai sensi della L.R. n. 8/86 al termine di un triennio di studi oppure possesso di Diploma universitario di Educatore professionale o Laurea in scienza dell’Educazione; g) incondizionata idoneità psicofisica all’espletamento delle mansioni da svolgere.

Invio domanda partecipazione:

Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta semplice, nella forma di cui all’allegato devono essere indirizzate alla Amministrazione di AltaVita-Istituzioni Riunite di Assistenza-I.R.A., Piazzale Mazzini 14, 35137 Padova, dovranno pervenire entro le ore 13.00 del giorno 20 NOVEMBRE 2015.

Modalità di invio:

a mano, presso l’Ufficio Protocollo dell’ente, negli orari: – 09.00-12.00 dal lunedì al venerdì lavorativi; – 14.30-17.30 i mercoledì lavorativi.

a mezzo del servizio postale; il plico dovrà essere spedito esclusivamente tramite raccomandata; in tal caso, ai fini della scadenza del termine (ore 13.00 del giorno 20 novembre 2015), si terrà conto del timbro apposto dall’ufficio postale accettante relativo al giorno e all’ora dell’invio. A’sensi dell’art. 7 comma 2 del Regolamento, le domande inviate a mezzo del servizio postale, dovranno, in ogni caso, pervenire entro le ore 13.00 del 15^ giorno successivo alla scadenza del termine perentorio sopraindicato, pena l’esclusione.

mediante posta elettronica certificata (PEC), all’indirizzo: altavita@legalmail.it.

La busta, contenente la domanda di ammissione ed i documenti relativi, dovrà riportare la dicitura “Contiene domanda per selezione per Educatore professionale/Animatore”.

A corredo della domanda di ammissione i candidati debbono allegare:

– ricevuta in originale del versamento di € 10,00 a titolo di contributo spese selezione sul c/c bancario di AltaVita-Istituzioni Riunite di Assistenza Cod. IBAN IT54 Q062251218606700000030E, ovvero a mezzo vaglia postale intestato all’Amministrazione di AltaVita-Istituzioni Riunite di Assistenza-I.R.A., Piazza Mazzini 14 35137 Padova;

fotocopia non autenticata di valido documento di identità.

Materie per il colloquio:

animazione e psicologia sociale con riferimento alle persona anziane;

sociologia delle istituzioni;

metodologia del lavoro educativo e tecniche di animazione;

legislazione regionale e nazionale sull’assistenza con particolare riguardo all’assistenza alle persona anziane;

medicina sociale e psichiatrica;

neuropsicopatologia;

normativa in materia di sicurezza sul lavoro in riferimento alle mansioni specifiche;

nozioni di cultura civica nonché sul rapporto di pubblico impiego con particolare riguardo ai diritti e doveri del pubblico dipendente.

Inoltre, per i cittadini non italiani, appartenenti a Stato membro della Unione Europea, verifica della adeguata conoscenza della lingua italiana.

La comunicazione relativa alla ammissione dei candidati e alla data ora e luogo di effettuazione della prova orale sarà effettuata a mezzo pubblicazione sul sito dell’Istituto www.altavita.org, pagina News/Concorsi, almeno 15 giorni di anticipo. La prova si intende superata con la votazione di almeno 18/30.

A volte forse ... un po’ sopra le righe, ma questa caratteristica mi permette di adattarmi alle situazioni più varie. Sono Carmela Giordano, ma preferisco essere chiamata Carmen, ormai è tutta la vita che mi presento così e a volte mi sbagliano anche i documenti, ma non fa niente, si correggono. Nel 2001 mi laureo il psicologia presso l’ateneo di Urbino. Il lavoro di tesi mi porta ad avvicinarmi ad un mondo “senza parole” fatto di sensazioni, ad un mondo dove … “non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi” (da Il piccolo principe). Divento insegnante di massaggio infantile e socia dell’AIMI, Associazione Italiana Massaggio Infantile. Negli anni, conseguo altre certificazioni, perfezionamenti e specializzazioni. Con la tesi di specializzazione, discussa nel novembre del 2008, riesco ad unire le due passioni della vita: il teatro, con lo studio del "Metodo Stanislavskij" e la psicologia, con l’ottica Funzionale. Nel tempo mi sono occupata di tanti ambiti diversi: clinica, formazione, psicodiagnosi, marketing ed organizzazione di eventi, editoria ed altro.