Ansa ha creato il nuovo canale su WhatsApp: ecco tutte le novità e il numero di iscritti

La possibilità di aprire canali WhatsApp si sta aprendo a tutti, già su iPhone è disponibile la funzione. Qui analizziamo numeri e servizi del canale dell'Ansa.

L’Ansa ha creato il proprio canale su WhatsApp, oggi con una news dedicata ha ufficializzato la presenza di questo nuovo strumento di informazione, approfondimenti, foto, video e anche podcast. Il canale è stato in realtà creato ad inizio mese, ad oggi ci sono più di ventimila iscritti.

Tantissime altre agenzie e giornali stanno creando il loro canale WhatsApp, come spiega Giornalettismo, la funzione ricorda i canali Telegram ma con delle differenze. Sicuramente apre un’era interessante per il giornalismo, che così arriva rapido, in giornata, con le sue notizie direttamente su smartphone.

- Advertisement -

Come iscriversi al canale Ansa?

Le istruzioni sono semplicissime da seguire: aprire WhatsApp; andare su Aggiornamenti, vedrete subito Canali sotto la funzione aggiornamenti di Stato; cercate Ansa e tutti i canali che volete visitare.

  • I canali WhatsApp non violano la privacy degli utenti e non permettono di rilasciare commenti, soltanto like e altre reazioni.

Presto la possibilità di realizzare i canali per tutti

In Italia come in altri paesi, la possibilità di creare il proprio canale WhatsApp verrà data a tutti.

- Advertisement -

La funzione è già disponibile per l’iPhone, versione 23.30.76, presente su App Store. Per creare un canale WhatsApp basta andare su aggiornamenti, cercare il comando “+”, Aggiungi o Crea Canale. La modalità si differenzia molto tra iPhone e Android che ancora deve essere aggiornato a tale funzione.

A quel punto, si gestisce il canale e si iniziano a creare i propri link e i propri prodotti multimedia. Al momento, non c’è possibilità di creare canali tramite WhatsApp Desktop.

- Advertisement -

Quali sono le differenze tra Canali Whatsapp e Telegram?

I canali WhatsApp, introdotti in Italia a settembre 2023, consentono agli utenti e alle aziende di comunicare direttamente con i destinatari come una sorta di newsletter privata e garantiscono una maggiore privacy.

Gli iscritti a un canale non possono vedere gli altri membri né i dettagli dell’account, come il numero, a meno che non siano già nella rubrica dell’admin. Questa differenza è notevole rispetto ai canali di Telegram, che permettono una maggiore visibilità dei partecipanti e dei loro dati.

WhatsApp offre anche categorie di canali filtrate per attività e popolarità, consentendo agli utenti di scoprire nuovi canali in base al paese. Tuttavia, a differenza di Telegram, non consente commenti o pubblicazioni, solo reazioni e inoltro dei messaggi dell’admin a altre chat.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter