Assegni familiari con domanda telematica

Novità per gli assegni familiari

Novità importanti riguardo gli assegni familiari. Con la circolare 45 del 2019 l’INPS ha introdotto una piccola rivoluzione in ambito di assegni familiari.

Dal 1 aprile  la domanda si presenta solo per via telematica, collegandosi alla pagina dedicata del Portale dell’Inps, e non più cartacea come avveniva in passato. Questa novità serve in qualche modo a snellire la burocrazia.

Assegni familiari novità

La nuova procedura riguarda i lavoratori dipendenti di società del settore privato non agricolo. In caso di mancata presentazione della domanda, il datore di lavoro non potrà anticipare il pagamento degli assegni familiari e di conseguenza il dipendente non potrà percepire il regolare pagamento degli assegni spettanti.

Domanda telematica come funziona

La domanda telematica va presentata:

  • online: nell’area riservata al cittadino accedendo alle proprie credenziali Pin Inps
  • tramite patronato 

Il modulo da compilare è sempre lo stesso, parliamo del modello ANF/Dip SR16, solo che non si dovrà più stampare e consegnare al datore di lavoro, ma si dovrà compilare telematicamente.  Una volta ricevuta l’istanza online compilata, l’Inps individuerà per ciascuna domanda l’importo giornaliero e mensile spettante, che l’utente potrà controllare accedendo con le proprie credenziali alla sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata.

Domanda assegni familiari lavoratori agricoli

Mentre per quanto riguarda gli assegni familiari per i lavoratori agricoli a tempo indeterminato  non cambia nulla. Questi potranno continuare a compilare il modello ANF/DIP (SR16) cartaceo e consegnarlo al datore di lavoro.

Stessa cosa per i lavoratori pubblici essi potranno continuare a compilare il modello fornito dal datore di lavoro pubblico.

 Domanda assegni familiari in caso di ditte fallite

In caso di lavoratori di ditta cessata o fallita la domanda si dovrà presentare on line all’INPS nel limite della prescrizione quinquennale. La domanda in questo caso può essere presentata oltre che via web e presso i patronati anche tramite il contact center integrato INPS 803164 da fisso o 06164164 da mobile. Ai lavoratori di ditte cessate e fallite la prestazione familiare sarà erogata direttamente dall’Istituto.

Calcolo e pagamento degli assegni familiari

Una volta presentata la domanda all’INPS, l’Istituto calcolerà l’importo secondo i consueti parametri:

  1. composizione del nucleo familiare
  2.  redditi complessivi.

Quindi informerà il datore di lavoro, comunicandogli l’importo massimo spettante di assegno giornaliero e mensile. Sarà poi il datore di lavoro che si occuperà del calcolo dell’assegno spettante e provvederà poi al pagamento in busta paga, scomputando poi l’importo dal DM10. Non cambia quindi la modalità di calcolo degli assegni familiari e il pagamento degli stessi.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche