Assegno unico figli a carico da 200 euro: ok dalla Camera

Il nuovo aiuto economico prevede a ogni figlio dalla nascita fino ai 21 anni un assegno mensile

PhotoCredit: Pixabay

E’ stato approvato dalla Camera la nuova manovra economica che permette a ogni figlio dalla nascita fino ai 21 anni di età un assegno mensile. Adesso si aspetta solo l’ok dal Senato per diventare realtà, il testo è stato approvato all’unanimità con 452 voti favorevoli. L’assegno dovrebbe essere tra i 200 e i 250 euro mensili ma tutto dipende dalla riforma fiscale.

Assegno unico e universale

L’obiettivo della manovra economica è quello di semplificare e riordinare le misure già esistenti a sostegno delle famiglie e dei figli a carico ed eliminare le detrazioni esistenti in modo da aiutare le famiglie ancor di più.

L’assegno è previsto principalmente per le famiglie numerose in quanto dal terzo figlio l’importo aumenta cosi come aumenta la cifra per chi ha figli disabili tra il 30 e il 50% in più dell’importo standard. La somma farà riferimento alla condizione economica del nucleo familiare l’ISEE e dell’età dei figli.

Erogazione dell’assegno

L’erogazione dell’assegno avverrà dal settimo mese di gravidanza. L’importo dell’assegno è compatibile con il reddito di cittadinanza e quindi cumulabile.

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, l’assegno verrà erogato, in mancanza di accordo, al genitore affidatario. Nel caso di affidamento congiunto o condiviso l’assegno sarà ripartito, sempre in mancanza di accordo, nella misura del 50% tra i genitori.
L’importo sarà corrisposto in forma di credito d’imposta o di erogazione mensile di una somma di denaro: su questo il Parlamento ha lasciato al Governo la possibilità di scegliere.

Ministra Bonelli “cifra chiara ed esatta”

La ministra delle Pari Opportunità e della Famiglia Elena Bonetti ha dichiarato che la somma potrà essere erogata già dal prossimo anno. “Una cifra chiara ed esatta aiuterà a migliorare il progetto di vita delle famiglie, ogni bambino è un valore aggiunto alla comunità” ha affermato la ministra.