Assunzioni over cinquanta, ecco come funzionano le agevolazioni nel 2023

In questo articolo parliamo della possibilità per i datori di lavoro di avere esoneri contributivi importanti se assumono disoccupati da più di dodici mesi over cinquanta

Il Governo deve affrontare il problema della disoccupazione degli over cinquanta, una fascia della popolazione senza lavoro per tanti motivi. Una fascia di età, vicino al pensionamento ma che può ancora lavorare.

Per rispondere a quanto detto, in questi anni sono state attivate delle agevolazioni per le assunzioni degli over 50, i datori di lavoro che assumono possono beneficiare di sgravi contributivi del 50% e un esonero contributivo in più del 100% se si assumono donne dai cinquant’anni.

- Advertisement -

Due tipi di sgravi contributivi

Le agevolazioni per assumere persone oltre i cinquant’anni sono di due tipi. Abbiamo lo sgravio contributivo del 50% per i datori di lavoro che assumono uomini e donne dopo i cinquant’anni e con stato di disoccupazione da almeno 12 mesi (Legge 92 del 2012, Fornero).
Esiste poi lo sgravio per le assunzioni agevolate per donne oltre i cinquant’anni, misura introdotta con la Legge di Bilancio del 2021 e prorogata con la Legge di Bilancio 2023. Il datore di lavoro ha un esonero contributivo del 100% se assume lavoratrici disoccupate da più di un anno.

Modalità richiesta degli incentivi: sgravio 50%

Lo sgravio contributivo del 50% con legge Fornero viene riconosciuto al datore di lavoro sia in caso di contratto a tempo indeterminato che determinato.

- Advertisement -

I destinatari delle assunzioni agevolate sono ultracinquantenni disoccupati da almeno 12 mesi. Gli incentivi spettano a determinate condizioni e requisiti, ad esempio negli adempimenti contributivi, nelle norme posta a tutte delle condizioni di lavoro, nel rispetto degli accordi e dei contratti collettivi nazionali, regionali e aziendali.

L’assunzione non deve riguardare un rapporto di lavoro domestico o intermittente, il datore non deve avere in atto sospensioni dal lavoro per crisi o riorganizzazione aziendale.

- Advertisement -

L‘agevolazione del 50% può durare dai 12 ai 18 mesi a seconda di determinate condizioni, ad esempio, contratto a tempo determinato o indeterminato. Lo sgravio può essere chiesto dal datore di lavoro con apposito modulo di istanza online 92-2012 sul sito dell’Inps.

Sgravio 100% per agevolare assunzioni di donne ultracinquantenni in difficoltà

Le assunzioni agevolate per donne prorogate con la Legge di Bilancio del 2023 danno tempo fino al 31 dicembre di quest’anno per farne richiesta. L’esonero contributivo che spetta ai datori di lavoro è del 100%, limite massimo di importo annuo, 6000 euro.

I datori di lavoro possono essere privati, hanno l’obbligo di assumere donne con stato di disoccupazione sopra il 12 mesi. Possono beneficiare dello sgravio anche enti pubblici economici, istituti autonomi, case popolari, diversi enti, associazioni, fondazioni di diritto privato, consorzi. La durata del beneficio va dai 12 ai 18 mesi, anche qui la procedura avviene con apposita domanda tramite Inps.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter