Bando della procedura di reclutamento speciale transitoria n.158 posti di “insegnante scuola dell’infanzia”

insegnanti-Copia

Bando della procedura di reclutamento speciale transitoria, per titoli ed esami, di cui all’art. 4, comma 6, del decreto-legge n. 101/2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125 per la copertura di n.158 posti di “insegnante scuola dell’infanzia” categoria c posizione economica c1.

Scadenza: 4 marzo 2015

Loading...

Ente attuatore: Comune di Bologna

Profilo di insegnante scuola dell’infanzia (categoria c): Lavoratore/Lavoratrice che svolge attività nell’ambito della scuola dell’infanzia comunale con competenze psicopedagogiche, metodologico-didattiche, organizzativo-relazionali e di ricerca, tra loro correlate ed interagenti che si sviluppano con il maturare dell’esperienza didattica, dell’attività di studio e di sistematizzazione della pratica didattica. I contenuti della prestazione professionale si definiscono nel quadro degli obiettivi generali perseguiti dal sistema delle scuole d’infanzia comunali e nel rispetto degli indirizzi delineati nel piano dell’offerta formativa della scuola. In particolare, nell’ambito della scuola dell’infanzia, svolge le seguenti attività:

– Gestione di processi comunicativi e relazionali;

– Progettazione, programmazione, realizzazione di attività educative didattiche;

– Attivazione di modalità organizzative flessibili;

– Conoscenza dei sistemi simbolici-culturali, per tradurre le potenzialità dei bambini in competenze, utilizzando idonee metodologie didattiche;

– Organizzazione delle condizioni di utilizzo di tecniche appropriate per garantire l’integrazione dei bambini portatori di deficit o di svantaggi socio-culturali;

– Svolgimento e arricchimento della “cultura didattica”;

– Promozione della continuità didattica educativa nei momenti di passaggio tra diversi contesti educativi (nido, scuola dell’infanzia e scuola primaria).

Domande d’ammissione: Le domande di ammissione alla procedura in oggetto, redatte in carta semplice sull’apposito modulo reperibile nel sito internet all’indirizzo www.comune.bologna.it devono essere presentate, perentoriamente entro il termine di pubblicazione riportato in calce al presente bando a pena di esclusione, mediante una delle seguenti modalità:

1. presentazione diretta all’Ufficio Protocollo del Comune di Bologna: – Via Ugo Bassi, 2 – Bologna (orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13 – sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30 – martedì e giovedì anche apertura pomeridiana dalle ore 15 alle ore 17); – Piazza Liber Paradisus, 6 (Torre C – 6° piano) – Bol ogna (orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13; lunedì e mercoledì anche dalle 15 alle 17; chiuso sabato).

2. trasmissione, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata al Capo Area Personale e Organizzazione presso l’Area Personale e Organizzazione del Comune di Bologna – Piazza Liber Paradisus n.10 – 40129 Bologna – specificando sulla busta “Contiene domanda di concorso”.

3. invio tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) della domanda sottoscritta digitalmente o della scansione della domanda sottoscritta con firma autografa all’indirizzo: protocollogenerale@pec.comune.bologna.it. Specificare nell’oggetto del messaggio oltre al Nome e Cognome del candidato la seguente dicitura: “Concorso stabilizzazione Insegnanti Scuola dell’Infanzia”. La domanda e gli allegati richiesti dovranno essere inviati in formato .pdf

Alla domanda dovranno essere allegati:

– la copia fotostatica di un documento di identità;

– la dichiarazione sostitutiva dei titoli valutabili. I concorrenti dovranno indicare, seguendo lo schema allegato al presente bando, le esperienze professionali.

Nella domanda dovrà essere dichiarato quanto segue:

– Le loro precise generalità, la data, il luogo di nascita, il codice fiscale, la residenza, l’eventuale domicilio e l’indirizzo email al quale inoltrare le comunicazioni.

– L’inserimento nell’elenco di cui all’Allegato A alla determinazione dirigenziale P.G.365823/2014, del Capo Area Personale e Organizzazione.

– Il possesso della cittadinanza italiana o dei requisiti previsti dall’art.38 del D.Lgs.165/2001.

– Il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime.

– La non esclusione dall’elettorato politico attivo.

– La posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo.

– Il possesso dell’idoneità fisica specifica alle mansioni proprie del profilo da ricoprire. – Il possesso di un titolo di abilitazione all’insegnamento nella Scuola dell’Infanzia.

– Gli eventuali titoli che danno diritto di preferenza a parità di punteggio.

– Le eventuali condanne penali riportate con la specificazione del titolo del reato e della entità della pena principale e di quelle accessorie e in particolare l’assenza di condanne per taluno dei reati di cui agli articoli 600-bis, 600-ter, 600- quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, ovvero l’irrogazione di sanzioni interdittive all’esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori.

– Di essere/di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.

– Di non essere stati destituiti, dispensati, decaduti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione a seguito di procedimento disciplinare.

– La lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco o spagnolo sulla quale effettuare la verifica della conoscenza.

– L’eventuale possesso dei requisiti per accedere alla riserva di cui alla Legge 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili).

– La dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lgs.196/03, per l’espletamento della procedura di selezione e per l’eventuale assunzione.

– Di aver preso visione e di accettare incondizionatamente i contenuti del presente bando.

Procedura di selezione: La selezione consisterà in:

– prova scritta;

– valutazione titoli;

– prova orale.

PROVA SCRITTA Tutti i candidati inseriti nell’elenco di cui all’Allegato A alla determinazione dirigenziale P.G.n.365823/2014, che avranno presentato domanda di partecipazione e che dichiareranno il possesso dei requisiti di ammissibilità all’impiego, saranno ammessi alla prova scritta. Non saranno inviate convocazioni personali alla prova scritta. I candidati che risulteranno assenti saranno considerati rinunciatari alla presente procedura. La prova scritta si terrà il giorno 2 aprile 2015 alle ore 10.00 presso l’Istituto Aldini Valeriani e Sirani – via Bassanelli 9-11 – Bologna. La prova scritta sarà costituita da quesiti a risposta sintetica che potranno prevedere la soluzione di casi concreti inerenti la professionalità di insegnante scuola dell’infanzia, così come descritta nel profilo, con particolare riferimento a:

– Gestione di processi comunicativi e relazionali;

– Progettazione, programmazione, realizzazione di attività educative didattiche;

– Attivazione di modalità organizzative flessibili;

– Conoscenza dei sistemi simbolici-culturali, per tradurre le potenzialità dei bambini in competenze, utilizzando idonee metodologie didattiche;

– Organizzazione delle condizioni di utilizzo di tecniche appropriate per garantire l’integrazione dei bambini portatori di deficit o di svantaggi socio-culturali;

– Svolgimento e arricchimento della “cultura didattica”;

– Promozione della continuità didattica educativa nei momenti di passaggio tra diversi contesti educativi (nido, scuola dell’infanzia e scuola primaria). L’idoneità alla prova scritta si otterrà con un punteggio di almeno 21/30.

PROVA ORALE Il calendario delle prove orali sarà pubblicato sul sito del Comune di Bologna all’indirizzo www.comune.bologna.it a partire dal 14 aprile 2015. Si procederà alla convocazione alla prova orale tramite email all’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda di partecipazione dei candidati che avranno ottenuto una votazione di almeno 21/30 nella prova scritta. I candidati idonei alla prova scritta che risulteranno assenti alla prova orale, saranno considerati rinunciatari alla presente procedura. Le prove orali si terranno a partire dal 28 aprile 2015. La prova orale consisterà in un colloquio nel quale saranno verificate e approfondite le capacità tecnico professionali unitamente alla verifica delle capacità relazionali e comunicative. Nello specifico il candidato sarà invitato, sulla base della propria esperienza professionale, a simulare la realizzazione di un percorso/progetto educativo/didattico che verrà estratto a sorte dai candidati tra quelli proposti dalla Commissione prendendo in esame tutte le diverse componenti. Nell’ambito della prova orale si provvederà inoltre ad accertare:

– la conoscenza ed utilizzo delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse (videoscrittura e/o Internet e/o Posta elettronica);

– la conoscenza di una lingua straniera, che il candidato potrà scegliere fra inglese, francese, tedesco e spagnolo (lettura e comprensione di un testo).

La prova orale sarà aperta al pubblico.

L’idoneità alla prova orale si otterrà con una votazione di almeno 21/30.

 

Per scaricare il bando clicca qui

Si specifica che quanto riportato in scheda tecnica del concorso è solo un estratto del bando, ciò per facilitare ad ogni possibile candidato di verificare la propria ammissibilità alla selezione, per ogni altro chiarimento ed informazione fare sempre rifermento al bando e alle informazioni in esso contenuto.

A volte forse ... un po’ sopra le righe, ma questa caratteristica mi permette di adattarmi alle situazioni più varie. Sono Carmela Giordano, ma preferisco essere chiamata Carmen, ormai è tutta la vita che mi presento così e a volte mi sbagliano anche i documenti, ma non fa niente, si correggono. Nel 2001 mi laureo il psicologia presso l’ateneo di Urbino. Il lavoro di tesi mi porta ad avvicinarmi ad un mondo “senza parole” fatto di sensazioni, ad un mondo dove … “non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi” (da Il piccolo principe). Divento insegnante di massaggio infantile e socia dell’AIMI, Associazione Italiana Massaggio Infantile. Negli anni, conseguo altre certificazioni, perfezionamenti e specializzazioni. Con la tesi di specializzazione, discussa nel novembre del 2008, riesco ad unire le due passioni della vita: il teatro, con lo studio del "Metodo Stanislavskij" e la psicologia, con l’ottica Funzionale. Nel tempo mi sono occupata di tanti ambiti diversi: clinica, formazione, psicodiagnosi, marketing ed organizzazione di eventi, editoria ed altro.
Potrebbero interessarti anche