Berlusconi: “Stimo Meloni e Salvini, ma Fi segue strada diversa”

Il leader di Forza Italia ha confermato l'agenda del partito in vista del 25 settembre

Silvio Berlusconi in una intervista al quotidiano Libero ha parlato di Matteo Salvini e Giorgia Meloni affermando di rispettarli entrambi come leader “per la loro capacità di lavoro e di mettersi in sintonia con gli elettori“.

Ma secondo il leader di Forza Italia, il partito deve scegliere una strada diversa e non deve spostarsi verso nessuno.

- Advertisement -

Nei primi cento giorni dovremo semplicemente mettere in sicurezza i conti dello Stato per evitare l’esercizio provvisorio“, ha detto ancora Berlusconi, elencando poi gli impegni per i prossimi 5 anni, in vista del voto dell’ormai prossimo 25 settembre.

La nostra priorità è liberare l’Italia dalle tre tipi di oppressioni: quella fiscale, con la flat tax al 23%, quella burocratica, con l’abolizione delle autorizzazioni preventive e quella giudiziaria con il rafforzamento dei diritti del cittadino. Avremo una particolare attenzione per i più deboli e per gli anziani, portando tutte le pensioni a 1000 euro al mese per 13 mensilità. Ci adopereremo per il futuro dei nostri ragazzi, perché possano avere un lavoro stabile e retribuito in maniera dignitosa. Dedicheremo una particolare cura all’ambiente, al verde, alle energie rinnovabili. Naturalmente per realizzare tutto questo bisogna rafforzare con il voto le liste di Forza Italia“. Ha concluso Berlusconi.