Giorgia Meloni rispolvera la strategia del “Fisco amico” di Berlusconi

"Non abbiamo amici a cui fare favori se non gli italiani onesti". Le parole di Giorgia Meloni al Convegno per la Riforma Fiscale

La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni parla al Convegno dedicato alla Riforma Fiscale per dare un messaggio semplice. Gli unici amici del Governo da aiutare sono gli italiani onesti che pagano le tasse o che vorrebbero farlo ma non ne hanno le possibilità. Per gli altri, i furbi, non c’è alcuno spazio.

La Premier riconosce che nelle imposte non c’è alcuna bellezza e che troppe volte in passato le risorse sono state gestite in modo irresponsabile. Nel suo discorso, poi, paragona il Fisco al buon padre di famiglia citando il buon senso e la lungimiranza senza sprechi.

- Advertisement -

Le parole di Giorgia Meloni sulla riforma del Fisco

Giorgia Meloni ha spiegato l’atteggiamento del Governo verso la riforma del Fisco con la Legge Delega. Il discorso inizia partendo da una frase di circa vent’anni fa detta dall’ex Ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa che definì “irresponsabile” la polemica anti-tasse. Un concetto preso e rielaborato dalla Premier per esprimere il suo pensiero differente.

Il Fisco è un perno intorno al quale è costruito e ruota il tessuto economico della nostra nazione. Lo scopo è mettere chi crea ricchezza nelle condizioni di farlo. Se lo Stato vessa, secondo la Meloni, i cittadini lo vedono come un nemico. Come fidarsi di chi non aiuta quando c’è una difficoltà? Con le sue parole la Premier ha rispolverato la strategia usata in precedenza da Silvio Berlusconi del Fisco amico. E gli amici sono i cittadini onesti.

Valentina Trogu
Valentina Trogu
Web content writer, scrittrice e mediatrice familiare. Laureata in sociologia-analisi delle politiche sociali. Mi occupo della stesura di articoli toccando varie tematiche tra cui economia, salute, tecnologia. In questo modo posso coltivare la mia passione per la scrittura e cercare di rendere fruibili le informazioni ad un maggior numero di persone.