Bonus 100 euro 2024 in busta paga: Chi ne beneficia e come ottenerlo

Novità introdotte nel 2024

Il governo, ha confermato per il 2024 il bonus di 100 euro, una misura volta a sostenere i lavoratori dipendenti con redditi intermedi. Questo bonus, già noto come “bonus Renzi“, è stato oggetto di numerose discussioni e speculazioni riguardo ai suoi beneficiari e alle modalità di erogazione.

La misura è diretta principalmente ai lavoratori dipendenti con un reddito annuo compreso tra 15.000 e 28.000 euro. Questi lavoratori hanno diritto al bonus solo se l’importo delle detrazioni per le spese sostenute nell’anno fiscale precedente supera l’ammontare dell’imposta lorda dovuta.

- Advertisement -

Categorie escluse

È importante notare che ci sono alcune categorie di contribuenti che sono escluse da questo bonus. In particolare, i cosiddetti contribuenti incapienti, coloro cioè che hanno un reddito imponibile lordo al di sotto della soglia della no tax area, e i lavoratori che non beneficiano delle detrazioni a causa di una bassa imposta lorda applicabile, non riceveranno il bonus.

Inoltre, il bonus non è applicabile ai pensionati, ai titolari di redditi professionali e a coloro che possiedono una partita IVA, sia come lavoratori autonomi che come titolari di impresa.

- Advertisement -

I beneficiari

  • disoccupati (sia quelli in regime di indennità NASpI, sia quelli in regime Dis-Coll);
  • collaboratori inquadrati con contratto co.co.co;
  • persone in cassa integrazione;
  • soci lavoratori di cooperative;
  • sacerdoti;
  • lavoratori socialmente utili;
  • lavoratrici in maternità per congedo obbligatorio;
  • lavoratori in congedo di paternità;
  • stagisti;
  • tirocinanti;
  • borsisti;
  • percettori di assegno di ricerca o di borsa di studio.

Rimborso del bonus

Per quanto riguarda il rimborso del bonus, una novità significativa del 2024 è che coloro che non hanno ricevuto il bonus nonostante ne avessero diritto possono richiedere un rimborso. Questo richiederà la presentazione della dichiarazione dei redditi e l’indicazione delle spese rientranti negli articoli 12 e 13 del Testo unico delle imposte sui redditi (Tuir).

Il bonus sarà quindi calcolato in base a tali spese e verrà erogato attraverso un conguaglio fiscale. Tuttavia, i lavoratori dovranno attendere fino a maggio 2024 per poter compilare il modulo 730/2024 e procedere con la richiesta.

- Advertisement -

Il bonus rappresenta un importante strumento di sostegno al reddito per i lavoratori a reddito medio, offrendo un leggero sollievo fiscale in un periodo economicamente sfidante.