Bonus Inps e fake news, l’elenco e i consigli per non cascarci

Durante il primo anno di pandemia sono aumentate fake news e messaggi truffa relativi a bonus inesistenti con tentativi di rubare dati personali

L’Inps tutti i giorni è impegnata a cercare anche le informazioni sbagliate che circolano su internet o tra le app di messaggistica e ancora le fake news volontarie, quelle scritte non per errore ma con la volontà di creare confusione e trarre le persone in inganno. Noi abbiamo raccontato un tentativo di truffa con l’Agenzia delle Entrate e il bonus vacanze, purtroppo le dinamiche sono quasi identiche.

Come abbiamo scritto non ci sono solo fonti web scritte male ma anche messaggi che vengono diffusi tramite app di messaggistica come WhatsApp, Facebook Messenger e anche email con diversi scopi, tra cui anche il phishing.

- Advertisement -

Volete sapere ad esempio alcune agevolazioni circolate in rete e poi risultate false? iniziamo dal bonus di 1000 euro per chi soffre di problemi di diabete e tiroide, fino alle agevolazioni sulle spese funerarie per chi ha perso parenti a causa della pandemia. Questo e altro ce lo racconta proprio l’Inps e ci fornisce dei consigli molto utili.

Il 2021 sarà l’anno degli aiuti economici e anche delle riforme ma seguite sempre i siti istituzionali

La Legge di Bilancio 2021 ha inserito tantissimi bonus che diventeranno operativi nei prossimi mesi o nei prossimi anni. L’Inps, quando diventeranno operativi oppure se ci saranno novità e informazioni, creerà delle schede, degli articoli o pubblicherà delle circolari. È molto utile seguire il sito istituzione e anche i canali social dell’Ente previdenziale molto immediati e semplici grazie a meme e grafici colorati.

- Advertisement -

Altri esempi di fake news bonus Inps

Oltre al bonus diabete o tiroide, un’altra fake news diffusa è stata quella di natale, il Bonus Io resto a casa arrivato agli utenti su WhatsApp. “Clicca su questo link per ottenere 120 euro”, immediata la reazione delle persone e la catalogazione del messaggio come truffa.

Una precisazione sui bonus tiroide e diabete, esiste l’assegno di invalidità civile riconosciuto a chi ha un grado di invalidità pari o superiore al 74%, anche create da patologie gravi e permanenti. Ciò ha creato molta confusione negli utenti tra notizie che parlavano di cifroni da 1000 euro e anche fonti che riferivano di un importo conosciuto da molti per l’assegno vero di circa 278 euro, vi invitiamo alla lettura della scheda realizzata proprio dall’ente.

- Advertisement -

Concludiamo con il tentativo di rubare i dati personali agli anziani attraverso dei messaggi fasulli e fuorvianti con sms, l’unico strumento tecnologico che molti over 60 o 70 sanno usare anche se pure computer e smartphone sono acquistati da questa fascia d’età.

I vademecum dell’Inps per proteggersi, vengono sempre aggiornati

Come proteggersi dunque? Se cercate informazioni su Internet su qualsiasi bonus relativo all’Inps fate sempre riferimento agli aggiornamenti e alle schede che l’ente pubblica sul sito ufficiale. Seconda cosa seguite questi vademecum, l’ultimo scritto a dicembre 2020:

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter