Bonus moto: cos’è e come richiederlo

Lo sconto per acquistare motori elettrici si aggira attorno al 30%

Per il triennio 2022-2024 il governo ha deciso di stanziare fondi per il Bonus Moto con lo scopo di rottamare i veicoli di classe obsoleta e di velocizzare verso la transizione elettrica. Con 650 milioni di euro all’anno gli amanti dei motori potranno così facilitare il loro cambiamento verso moto di nuova generazione. Vediamo cosa sono questi bonus e come si richiedono.

Cosa sono i bonus moto 2022 e come si richiedono

Sono incentivi e agevolazioni che puntano ad accelerare il cambiamento verso il mondo dell’elettrico, ma non mancano anche veicoli ibridi e a bassa emissione. Si tratta di risorse finanziarie gestite dal Fondo Automotive che sostengono questa condizione considerata necessaria. Il bonus inoltre garantisce uno sconto sul prezzo del veicolo, parliamo di contributi del 30% per moto e scooter elettrici.

- Advertisement -

Come fare per richiederlo? Per ottenere l’agevolazione bisogna in qualunque caso rottamare il proprio veicolo soprattutto se ha una classe energetica considerata obsoleta. Per fare ciò basta avere il contratto di acquisto da consegnare nel momento in cui si acquista un mezzo elettrico o ibrido. Una differenza importante con gli altri tipi di bonus sta nel fatto che non bisogna presentare nessuna domanda: lo sconto, che si aggira attorno al 30%, viene applicato dal venditore mediante una specifica piattaforma.

Ucraina è Ucraina

Dal 27 al 31 maggio il Circolo Filologico Milanese e Associazione Boristene presentano, nella prestigiosa sede della sala Liberty del Circolo Filologico Milanese, la manifestazione Ucraina...