BTM 2018: linee guida per il turismo nel salento

La quarta edizione di BTM si svolgerà a Lecce il 22, 23 e 24 febbraio 2018 nel Convento degli Agostiniani.

Il turismo costituisce una leva economica di fondamentale importanza per il Salento, ma l’organizzazione strutturale di tutto ciò che lo riguarda ha, per troppo tempo, lasciato molto a desiderare.

Ultimamente si è cercato di sostituire questa tendenza all’approssimazione con una visione più organica della questione, cercando un approccio nuovo e più sistematico al problema.

Ne fa parte il Btm, ovvero Business Tourism Management, la rassegna promossa dalla società “365 giorni in Puglia” ormai giunta alla sua quarta edizione, tenutasi a Lecce dal 22 al 24 Febbraio presso l’ex convento degli Agostiniani.

Loading...

L’inverno è infatti il periodo dell’anno in cui viene programmata la stagione turistica: obiettivi e strategie vengono decise proprio in questo momento.

Dunque il Btm2018 ha tracciato le linee guida per quanto riguarda il turismo nell’anno corrente, incentrando il dibattito su quello che costituisce il problema principale della Puglia in tale ambito, ovvero i limiti dal punto di vista dell’organizzazione dell’accoglienza.

La regione può contare su terre e mare di straordinaria bellezza, ma non si può dire altrettanto sulle strutture ricettive, molto spesso carenti sotto ogni punto di vista; c’è sicuramente bisogno di costituire un buon numero di info-point pronti a fornire ai turisti informazioni utili e corrette, così come si rende allo stesso modo indispensabile una rete di trasporti adeguata, finora una nota dolente della regione.

In effetti questi pochi anni di Btm si sono già resi utili, visto il trend in crescita confermatosi in queste ultime estati.

Agendo su quelli che sono i punti più deboli del settore, pienamente conosciuti ed oggi finalmente anche affrontati nel modo giusto, ci si aspetta un ulteriore miglioramento.

Rispetto alle scorse edizioni inoltre, il Btm 2018 ha visto alcune novità, come il seminario sull’innovazione del prodotto turistico pugliese e di come fare destinazione per capire come far crescere il numero di visitatori e quindi di introiti ed occupazione, e la costruzione di un post efficace sui social.

Il turismo deve necessariamente adeguarsi ai tempi ed oggi tutto passa, come è noto, attraverso i social network, Facebook in particolare, utilizzati da persone di ogni età e pertanto costituenti un pubblico incredibilmente vario ed eterogeneo; mentre lo scorso anno è stata organizzata una full immersion di fotografia per smartphone, indicando gli step fondamentali per scattare immagini di qualità e migliorare così le performance sui social, quest’anno il focus si sposta sul testo, con dritte su lunghezza, oggetto e caratteristiche delle parti scritte.

L’iniziativa nella scorsa edizione fu un grande successo e di fatto, a vento appena concluso, si può affermare che si è riusciti a bissare anche nel 2018.

Ma non finisce qui: il Festival della Crescita, il cui scopo è evidenziare le eccellenze italiane, ideato dal sociologo e saggista Francesco Morace, ha scelto il Btm come evento da cui lanciare l’anteprima del Festival itinerante che inizierà dalla città di Trento a Marzo, riconoscendolo pertanto come strumento idoneo ad apportare al Sud d’Italia l’innovazione, il valore e l’apprezzamento che merita.

La Puglia ha davvero troppo da offrire al visitatore per non puntare tutto su questa sua immensa risorsa.

I flussi turistici sono destinati a crescere e di questo beneficeranno le strutture turistiche del territorio, dai villaggi turistici in Salento ai numerosi hotel sul Gargano a pochi passi dal mare.

Potrebbero interessarti anche