Cade la Roma con il Manchester city, ma solo dopo i calci di Rigore

as roma city

Si chiude con una sconfitta arrivata ai calci di rigore la tournee australiana della Roma.
Nel freddo di Melbourne la squadra di Garcia e quella di Pellegrini, danno vita ad un match spettacolare, con un ritmo di gioco elevato, ben lontano da quello delle prime rispettive uscite stagionali.
Gli inglesi vanno in vantaggio dopo 3’ grazie al neo acquisto Sterling che sembra destinato a non far pentire il Patron emiro che ha sborsato 69 milioni di sterline per aggiudicarsi le sue prestazioni.
Pareggia Pjanic con un capolavoro balistico da 30m.
Nell’ intervallo ,come consuetudine del precampionato, le squadre cambiano per dieci undicesimi gli effettivi in campo.
La ripresa, inizia con uno svarione di Ashley Cole, che regala ad Ihenacho il 2-1, e si chiude con un’altra prodezza dalla distanza, questa volta di Ljaic, che su punizione fissa il risultato sul 2-2 e “condanna” le squadre ai tiri dagli 11 metri.
La lotteria dal dischetto con la quale i giallorossi avevano superato il Real tre giorni fa ,questa volta premia il Manchester city .decisivi gli errori di Doumbia (che improvvisa un cucchiaio) e Keita.
Rudy Garcia ,(che ai microfoni nel post si dichiara soddisfatto)  esce senz’altro a testa alta da questa International Champions Cup
La necessità di innesti nella rosa e’ evidenziata anche dalla condizione psico-fisica di alcuni giocatori che sembrano sul piede di partenza.
Romagnoli (uomo-mercato del momento) gioca 45’ a dispetto dei roumors che lo collocavano in panchina mentre
Dzeko (obiettivo principale del mercato di Sabatini)  resta a guardare alimentando i sogni dei tifosi della Roma.

Loading...