Cancro e alimentazione: quali combinazioni di cibo evitare

Gli uomini con un basso apporto di frutta e verdura combinato con un elevato apporto di carne lavorata hanno 1,8 volte più probabilità di sviluppare tumori

“Gran parte delle prove esistenti si concentra sull’effetto di singoli prodotti alimentari sul rischio di cancro, ma non consumiamo un particolare alimento o nutriente in isolamento per tutta la vita”, ha spiegato Veugelers.

“È necessario comprendere l’influenza di una combinazione di fattori coinvolti nella cancerogenesi, osservando il co-consumo”. I risultati hanno rivelato che gli uomini con un basso apporto di frutta e verdura combinato con un elevato apporto di carne lavorata avevano 1,8 volte più probabilità di sviluppare uno dei 15 tumori durante il follow-up.

- Advertisement -

Il rischio corrispondente per le donne era 1,5 volte. Gli uomini che hanno seguito una dieta ricca di frutta e verdura e povera di carne lavorata hanno avuto un tempo maggiore di 7,1 anni per la diagnosi dei 15 tumori: 80,4 anni di età rispetto a 73,3. La differenza nell’età mediana stimata per le donne era di 6,3 anni – 79,3 contro 72,9 anni di età per la diagnosi. “L’effetto cancerogeno delle carni lavorate può essere mitigato seguendo una dieta sana ricca di frutta e verdura non amidacee, in particolare a livelli inferiori di assunzione di carne lavorata”, ha suggerito Veugelers.

Veugelers ha riconosciuto che la carne rossa è un’importante fonte di proteine, ferro e altri micronutrienti, ma ha aggiunto che il consumo nelle nazioni occidentali è troppo alto.

- Advertisement -

Negli Stati Uniti, gli adulti consumano in media 1,47 porzioni di carne rossa al giorno, ben al di sopra della raccomandazione di 1,0 porzione a settimana. Il consumo di carne lavorata è in media di 0,87 porzioni al giorno, rispetto all’assunzione di nessuna raccomandata dal World Cancer Research Fund/American Institute for Cancer Research.

Il Canada ha uno dei più alti tassi di consumo pro capite al mondo, 82,62 chilogrammi nel 2017, e il consumo nella provincia di Alberta è il più alto tra le province canadesi. Veugelers ha affermato che c’è ancora molta ricerca da fare sulle interazioni degli alimenti co-consumati e sulla loro relazione con i rischi di cancro prima che le autorità sanitarie possano formulare raccomandazioni specifiche, ma ha affermato che è fondamentale considerare ciò che mangiamo. “La dieta è il singolo più grande fattore di rischio modificabile per le malattie croniche”, ha sottolineato. “Siamo in grado di ottenere più benefici per la salute da una dieta sana che dal non fumare o da una maggiore attività fisica”. Ha consigliato ai consumatori di prendere in considerazione una dieta varia, coerente con la nuova guida alimentare canadese, che enfatizza verdure, frutta, cereali integrali, noci e semi. “È anche importante bilanciare scelte alimentari salutari con benefici sociali, perché il cibo ci unisce e deve essere gustato”.

- Advertisement -

Lo studio, “Il co-consumo di frutta e verdura, cereali integrali e fibre riduce il rischio di cancro della carne rossa e lavorata in una vasta coorte potenziale di adulti del progetto Tomorrow di Alberta”, è stato pubblicato sulla rivista Nutrients.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Star Wars: Young Jedi Adventures seconda stagione

Disney+ ha rilasciato il trailer della seconda stagione di Star Wars: Young Jedi Adventures, la serie originale animata di Lucasfilm che debutterà mercoledì 14 agosto...