Caso Grillo: “Ho fatto 4 video facili. Non mi faccio scappare certe occasioni”

Versioni discordanti ed opposte. La combriccola dice di non aver avuto rapporti senza il consenso. Ma dalle chat il tenore che si evince è ben diverso

A Quarto Grado, scandagliati nuovamente i verbali resi dalla cricca di amici di Grillo Junior. Uno di loro, V., dichiara di essere stato lui a passare a Silvia (nome di fantasia) la bottiglia: “Lei era seduta alla mia sinistra con una gamba accavallata sulle mie e mi ha detto: ‘Dammi che ti faccio vedere che ne bevo di più'”.

Ma il racconto di un altro amico, E., è invece diverso: “Vi era una bottiglia di vodka lemon che io stavo bevendo e la ragazza mi ha chiesto di passaglierla e io l’ho fatto e lei ne ha bevuto un quarto di bottiglia”. Chi di loro ha dato da bere a Silvia? Entrambi?

- Advertisement -

La ragazza, dal canto suo, dà una versione opposta: l’hanno costretta a bere tenendola per i capelli. Ma gli amici di Grillo, che sono andati alla trasmissione Non è l’arena (ndr: nonostante l’invito dei loro legali a non rilasciare interviste, cosa che ha provocato la rinuncia all’incarico di uno dei loro avvocati) hanno ribadito sempre la stessa storia, come un disco rotto : “Nel video si vede che la ragazza comunque sta benissimo e che noi non costringiamo niente. Per sfida lei ha bevuto la vodka, perché noi non riuscivamo a berla”.

Ma le chat e i filmini sembrerebbero rappresentare la chiave di volta, così come le chat: “Comunque c’era il cameramen. Sai che non me le faccio scappare ‘ste occasioni. 4 video facili… Poi vi farò vedere tutto. Se vuoi ti chiamo e ti racconto un po”.

- Advertisement -

Ma Grillo Junior rimarca: “Effettivamente durante il rapporto ho fatto un video con il telefono di E. Proprio dal video si può vedere che S. partecipa attivamente al rapporto”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.