Champions League, una due giorni tra sorprese e goleade

Ottavi di Champions League: vincono City, Liverpool e Real. Pari pericoloso per la Juventus

Dopo un’assenza durata due mesi, è tornata la Champions League. Nelle giornate di ieri e di martedì si sono infatti disputate quattro gare valide per gli ottavi di finale. A far ripartire il cammino verso la conquista della coppa dalle grandi orecchie sono state le sfide tra Juventus e Tottenham e tra Basilea e Manchester City. All’Allianz Stadium ai bianconeri di Allegri non è bastata una partenza sprint, caratterizzata dalla doppietta di Higuain. Gli Spurs hanno, nonostante il doppio svantaggio, continuato a macinare gioco, fino al raggiungimento del pareggio. Il 2-2 è, senza alcun dubbio, un risultato scomodo per la squadra campione d’Italia, costretta ora a vincere in quel di Londra.

Tutto facile invece per il Manchester City, che ha espugnato il St Jakob-Park di Basilea con un netto 4-0. Gli uomini di Guardiola hanno incantato per prestazione e per risultato. Sugli scudi Gundogan, autore di una doppietta, e il solito Aguero. La qualificazione ai quarti di finale di Champions League è ora per i Citizens un’autentica formalità

Molto interessanti anche le sfide del mercoledì. Ad attirare l’attenzione è stata Real Madrid- Paris Saint-Germain. Se il momento delle due squadre faceva pensare a un trionfo francese, il campo ha detto tutt’altro. I transalpini, nonostante il vantaggio firmato Rabiot, si sono dovuti inchinare all’esperienza e alla mentalità europea degli spagnoli, che si sono imposti per 3-1. Protagonista, neanche a dirlo, il solito Cristiano Ronaldo. A chiudere la due giorni di Champions League è stata la goleada del Liverpool sul campo del Porto. Un 5-0 senza appello e che porta la firma in calce di Manè, che si è preso la scena con una tripletta.  L’ennesima dimostrazione, insomma, che i Reds possono davvero dire la loro in questa competizione.

Loading...