Come recuperare i file con il tool di Windows 10

Un tool creato per recuperare i file cancellati da Windows 10 semplice da usare

recuperare i file
Photo Credits: Pixabay

Vi capita spesso di cancellare erroneamente dei file importanti sul computer e di non riuscire più a ripristinarli? Se vi state chiedendo come recuperare i file eliminati dal PC, ecco che Microsoft ha la soluzione perfetta. Il team di sviluppatori di Windows 10 ha infatti rilasciato un nuovo tool gratuito chiamato Windows File Recovery e che permette di recuperare i file cancellati per errore dal computer.

Cos’è Windows File Recovery

In realtà, se pensiamo ad una funzione su come recuperare i file all’interno di Windows, fino ad oggi non esisteva ancora un tool del genere nell’universo Microsoft. Windows File Recovery è oltretutto un ottimo strumento, che può essere utilizzato anche per i file cancellati su disco, su chiavetta USB o su SSD. Inoltre, è compatibile con il May Update di Windows 10.

Tuttavia bisogna fare una precisazione: per utilizzare il tool bisognerà metterci un po’ di impegno, poiché è un tool pensato principalmente per gli informatici e potrebbe non essere facile da utilizzare per un utente poco esperto. Ma niente paura: ecco alcune indicazioni sulle tre modalità del tool e a cosa servono.

Usare le tre modalità di Windows File Recovery

Dopo aver installato il tool dallo store di Microsoft bisognerà andare sul prompt dei comandi e cercare il nuovo comando “winfr”, che sta appunto per Windows File Recovery. Tramite Winfr si possono recuperare file JPEG, PDF, PNG, MPEG, tutti i file di Microsoft Office, MP3, MP4, ZIP e altri ancora. Si tratta in pratica, di file con estensioni che usiamo nel nostro quotidiano, e facilmente ripristinabili. Winfr funziona su file system NTFS, FAT, exFAT e ReFS, un’estensione di NTFS per workstation e server.

Le modalità di utilizzo sono tre: Default, Segment e Signature. La mode Default, per funzionare, richiede che sul disco siano presenti la Master File Table, (cioè il luogo in cui sono registrate le informazioni su ogni file e directory), e i segmenti di file. La maggior parte dei formati di file oggetto sono strutturate in sezioni distinte di dati. Ogni sezione contiene un certo tipo di dati. Queste sezioni sono noti come “segmenti”.

  • Default mode: legge la Master File Table (MFT) del disco in cerca di file persi e segmenti di file.
  • Segment mode: non richiede la presenza della MFT ma richiede ancora i segmenti.
  • Signature mode: richiede solo che siano presenti ancora i dati contenuti nel file, anche senza segmenti e MFT. Funziona solo su file di grandi dimensioni e richiede di specificare quale tipo di file cercare e recuperare.

La modalità Signature, si utilizza per recuperare i file dalle memorie di archiviazione esterne, come le chiavette USB. È anche possibile, in tutte e tre le modalità, usare delle opzioni avanzate (visibili lanciando il comando winfr /!), ad esempio per cercare file solo in specifici settori del disco, scegliere come verranno recuperati i file o escludere un determinato tipo di estensione dai file da recuperare.