Come segnalare la propria posizione senza la connessione

In caso si ci perda in luoghi sperduti, è possibile reperire e inviare la propria posizione anche senza la connessione

Come segnalare la propria posizione senza la connessione

Gli utenti Android e Apple, saranno contenti di sapere che è possibile inviare la propria posizione anche in assenza di connessione. Un’opzione, o per essere più precisi, un trucchetto molto utile in caso si ci perda in un luogo sperduto.

Come inviare la propria posizione senza usare internet

È molto probabile, che non tutti sappiamo che nel caso in cui manchi la connessione internet, con i dispositivi Android e Apple, è possibile inviare lo stesso la propria posizione.

La procedura, è molto semplice e può essere fatta anche da chi non ha molta dimestichezza con la tecnologia. Perché, in assenza di connessione si può utilizzare il sistema GPS che, tra l’atro aiuterà anche a inviare un caro e vecchio SMS.

Ovviamente, però prima e necessario reperire la propria posizione e anche qui, fortunatamente non c’è nulla di complicato. Infatti, sarà sufficiente:

  • Lanciare Google Maps

Che, però non sarà in grado di rilevare il segnale di posizione mostrando all’untente una schermata vuota. Ma, comunque riuscirà ugualmente a fornire due importanti informazioni.

Ovvero, grazie la GPS e all’antenna del dispositivo verranno mostrate la:

  • Longitudine
  • Latitudine

Quindi, una volta ricopiati i lunghi numeri delle due coordinate, si potrà inviare un comune SMS per segnalare la propria posizione.

Quando questo trucchetto può essere utile

Almeno una volta, tutti siamo andati in montagna o in qualche zona isolata. Dei posti, questi dove non è poi così difficile perdersi.

E, quando si verifica quest’eventualità il più delle volte capita anche che il proprio dispositivo non abbia più la linea internet. Uno svantaggio, che rende vano il tentantivo di utilizzare Google Maps per ritrovare la strada.

Quindi, con la copertura talmente bassa da non riuscire a collegarsi correttamente alla rete e il non sapere dove ci si trova la conseguenza potrebbe essere quella di finire dispersi.

Ecco, allora che il trucchetto spiegato sopra può tornare utile per riuscire ad allertare i soccorsi ed essere recuperati sani e salvi.

Leggi anche Google Maps: Adesso è possibile utilizzare la realtà aumentata


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI