Covid-19, blocco degli sfratti e bonus ai medici e sanitari fino a 2.000 euro

Blocco degli sfratti prorogato dal 1 settembre al 31 dicembre 2020

E’ in arrivo un’altra proroga per la sospensione degli sfratti che va dal 1 settembre al 31 dicembre 2020 per gli immobili sia ad uso abitativo che non. La proroga è prevista nel Decreto Rilancio e approvata in commissione bilancio della camera. Ma non tutti sono d’accordo il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa ha dichiarato “Il blocco degli sfratti è un atto da irresponsabili e un insulto al diritto di proprietà. Gli italiani che hanno appena versato i primi 11 miliardi dell’Imu 2020, che il governo non si è neppure degnato di rinviare, se ne ricorderanno“.

Blocco degli sfratti ed emendamenti del settore sanitario

Molti emendamenti riguardano il settore sanitario in particolare gli operatori sanitari, medici e infermieri che non hanno ancora avuto la stabilizzazione lavorativa. Con questa norma si prevede che il requisito dei 36 mesi di servizio per accedere alla stabilizzazione debba essere posseduto al 31 dicembre 2020: in questo modo si spera di ricompensare anche quei professionisti della salute che sono stati in prima linea durante l’emergenza Covid, anche se con contratti a tempo determinato. Sempre al 31 dicembre 2020 viene spostato anche il termine per maturare i 36 mesi necessari per l’accesso alle procedure concorsuali riservate. 

- Advertisement -

Inoltre vi saranno altri bonus aggiuntivi sempre per il settore sanitario, un bonus di 2.000 euro lordi annui per medici, infermieri e tutto il personale medico impegnato nelle terapie intensive. Il personale sanitario che ha continuato a lavorare durante la pandemia ha maturato automaticamente i crediti formativi richiesti per il triennio 2020-2022.

Sanità militare

Un’altro emendamento approvato prevede che i medici arruolati per la sanità militare iscritti all’ultimo o al penultimo anno di corso della scuola di specializzazione universitaria restano iscritti alla scuola con una sospensione economica del contratto di formazione medico-specialistica. E’ oltre ciò il periodo di attività svolto durante l’emergenza viene riconosciuto ai fini del conseguimento del diploma di specializzazione.

- Advertisement -

Sempre nel decreto rilancio si vuole istituire per i laureati in medicina la scuola di specializzazione in medicina e cure palliative cosi commenta il deputato di cinque stelle Giorgio Trizzino “L’emendamento riguarda i laureati dall’anno accademico 2021-2022 e prevede anche l’introduzione del corso obbligatorio di cure palliative pediatriche per gli specializzandi in Pediatria“.

Ambra Leanza
Ambra Leanza
Articolista freelance, appassionata di viaggi, lettura e scrittura

Star Wars: Young Jedi Adventures seconda stagione

Disney+ ha rilasciato il trailer della seconda stagione di Star Wars: Young Jedi Adventures, la serie originale animata di Lucasfilm che debutterà mercoledì 14 agosto...